Michael Schumacher cammina di nuovo, no è falsa notizia

0

Secondo rivista Bunte Schumacher ha ripreso a camminare, ma il manager nega e accusa gli speculatori

Schumacher: le grane non finiscono mai. Ancora una volta è toccata a Sabine Khem, manager di Michael Schumacher, fare la parte della guastafeste e smentire le ultime indiscrezioni secondo le quali l’ex campione della Ferrari fosse tornato a camminare con le proprie gambe.
Sabine Kehm questa volta non è andata per il sottile e ha accusato la stampa di diffondere “false speranze“, circa il recupero di Michael Schumacher.
schumacher-sci
Sono passati quasi due anni ormai l’incidente con gli sci che ha causato a Michael una grave lesione cerebrale, e la rivista di lifestyle tedesca, Bunte, ha recentemente pubblicato un articolo in cui si sostiene che l’ex pilota sia finalmente in pieno recupero, proprio in vista del Natale. “Michael è molto magro. Ma può camminare di nuovo con un piccolo aiuto da parte del sua terapeuta“. La rivista infatti non ci ha girato molto intorno e ha descritto il miglioramento delle condizioni di salute come una sorta di ‘miracolo di Natale‘.

Purtroppo, siamo stati costretti da un recente comunicato stampa a chiarire che l’affermazione che Michael riusciva a muoversi di nuovo, non è vera“, ha detto la signora Kehm, parlando per conto della famiglia.
Tale speculazione è irresponsabile, perché data la gravità delle sue ferite, la privacy di Michael è molto importante per lui. Purtroppo essi danno false speranze a molte persone coinvolte.” Schumacher è uscito del tutto dal coma nel mese di aprile 2014, e continua tutt’oggi a ricevere una costante assistenza medica nella sua casa in Svizzera dal settembre dell’anno scorso. Medici, infermieri, terapeuti, parenti ed amici gli stanno sempre accanto, creando un vero e proprio via vai nella sua abitazione,
All’inizio di quest’anno, Sabine Kehm aveva detto ai giornalisti che il sette volte campione del mondo con la F1 stava mostrando segni di un lento miglioramento “considerando la gravità del suo infortunio.” Ma si parla solo di lenti miglioramenti, che richiederanno ancora del tempo per dimostrare se Michael potrà tornare o no quello di un tempo.

L’interesse da parte dei media su Michael Schumacher dopo l’incidente è stato morboso ed anche offensivo verso lo stesso protagonista nonché verso la famiglia, che ha trovato enormi difficoltà nel proteggere la sua privacy, in circostanze che si sono rivelate tanto tragiche quanto macabre.
Tempo fa un giornalista ha cercato di ottenere l’accesso al suo capezzale travestendosi addirittura da prete; le cartelle cliniche sono stati rubati e messi in vendita, e il principale sospettato del furto è stato poi trovato impiccato nella sua cella.

Loading...
SHARE