Milano, 23enne si fingeva turista e fermava la gente per chiedere informazioni e li picchiava: arrestato

0

Sono ormai diversi giorni che non si fa altro che parlare di un giovane turista il quale, fingendo di voler ricevere informazioni si avvicinava a delle persone parlando in inglese e poco dopo li prendeva a pugni senza alcun reale motivo facendo perdere poco dopo le sue tracce.

Tali fatti si sono nello specifico verificati nei giorni scorsi nella città di Milano destando parecchia preoccupazione tra i residenti della città e i turisti i quali, avevano paura di camminare in giro per la città e di poter ricevere lo stesso “trattamento” che nei giorni scorsi era stato riservato ad almeno altre dieci persone aggredite brutalmente senza alcun reale motivo. Nel corso degli ultimi venti giorni le forze dell’ordine hanno portato avanti accurate indagini nella speranza di poter risalire molto presto all’identità dell’aggressore e porre fine ad un vero e proprio incubo ed ecco che, tali indagini hanno portato proprio nella giornata di ieri, giovedì 28 luglio 2016, all’arresto di un giovane turista spagnolo di soli 23 anni, arrestato nello specifico con l’accusa di lesioni aggravate con l’aggravante della premeditazione e dei futili motivi.

Dal giorno 10 luglio fino a ieri, il giovane aggressore aveva collezionato almeno dieci aggressioni nello stile del «knockout game», incredibile o meglio ancora terrificante gioco importato dagli Usa e che, nelle scorse settimane ha seminato l’allarme per le vie della città di Milano. Il ragazzo, che come precedentemente anticipato è nello specifico un giovanissimo turista spagnolo di soli 23 anni, ha colpito per l’ultima volta proprio lo scorso mercoledì 27 luglio e tale aggressione, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, sembrerebbe essersi nello specifico verificato nel pomeriggio all’incrocio tra corso Lodi e via Tagliamento dove il giovane, dopo aver fermato un 27enne italiano chiedendogli informazioni sul come arrivare alla Triennale, avrebbe iniziato a picchiare violentemente il giovane senza dargli alcun modo per reagire. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, l’aggressore avrebbe prima iniziato ad inveire contro il ventisettenne e successivamente lo avrebbe spintonato e colpito diverse volte al viso.

Il ventisettenne, vittima dell’aggressione, ha poco dopo fermato una pattuglia denunciando appunto l’aggressione subita ed ecco che, poco dopo il giovane aggressore è stato individuato dalle forze dell’ordine poco lontano dal luogo del pestaggio e immediatamente dopo è stato portato nel carcere di San Vittore ma agli agenti non ha voluto spiegare il perchè dei terribili e folli gesti compiuti. Attualmente sono comunque in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine nella speranza dunque di poter fare luce sulla delicata questione. Inoltre, sempre secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembra proprio che il ventitreenne abbia nello specifico colpito il 10 e 11 luglio, il 22 e 25 luglio ed infine proprio lo scorso mercoledì 28 luglio 2016.

Loading...