Home » Primo piano » Milena Gabanelli contestata per il servizio sui finanziamenti del M5S

Milena Gabanelli contestata per il servizio sui finanziamenti del M5S

foto-milena-gabanelli-raiIn molti hanno criticato il servizio di Milena Gabanelli sulla trasparenza dei finanziamenti del MoVimento 5 Stelle. La giornalista e la trasmissione televisiva Report sono stati messi sotto accusa da diversi militanti del movimento, che non si spiegano i motivi che soggiacciono a ciò che loro stessi definiscono “un attacco”: “Avete fatto le pulci al M5S per essersi finanziato con 27.943 donazioni volontarie, a una media di 27 euro a testa. E per aver incassato 774.208, dei quali metà spesi per la campagna elettorale e il resto destinato al comune terremotato di Mirandola. Al contrario dei partiti che prendono milioni di euro pubblici”, attacca duramente un commentatore.

La giornalista di Rai 3, dunque, da vincitrice delle “Quirinarie” del MoVimento 5 Stelle, per l’elezione del capo dello Stato, è diventata un personaggio, almeno per i “grillini” che va contro Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio in merito alla trasparenza dei finanziamenti del M5S. Molti telespettatori difendono la Gabanelli, come “esempio di indipendenza”dai partiti e dal sistema politico, in quanto non fa le veci di alcun partito e racconta i fatti senza filtri. Una giornalista “libera”, la quale ha sottolineato anche su Twitter, il fatto che non sia stata influenzata dal risultato delle Quirinarie, che l’avevano decretata come la candidata più votata dai militanti grillini.

La giornalista ha spiegato come, con 3 milioni di disoccupati, il M5S dovrebbe smettere di parlare dei scontrini. “Il vostro 25% di voti tiri fuori tutte le idee che ha”, queste le sue parole durante la trasmissione. Ecco il video della puntata:

Loading...

Altre Storie

Acqua minerale contaminata: Otto lotti ritirati

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di otto lotti di acqua minerale prodotta da Fonte Cutolo …

4 comments

  1. Attilioformaggio

    Non è il Movimento 5 Stelle che parla degli scontrini, ma i giornalisti come la Gabanelli che fanno disinformazione. Basta andare in rete e trovare come qui (https://docs.google.com/file/d/0B_qKU7wpqlFXOWRwd3NmSjg0bzg/edit?pli=1) i documenti dei lavori parlamentari settimanali e le proposte concrete del Movimento.

  2. Milena Gabanelli è una “signora” giornalista e quelli del M5S dovrebbero tentare di comprendere a fondo i principi democratici con cui si riempiono la bocca. va tutto bene finchè si tace o finchè si è d’accordo con le loro ricette per fare i detersivi in casa??? ed alla prima obiezione si rischia il confino???, sentite…fino a ieri mi facevano ridere…ora sono preoccupata…

  3. Zoff Gentile Cabrini

    La Gabanelli fu uno dei più zelanti sostenitori della svendita delle banche italiane agli stranieri: BNL ai francesi, ANTONVENETA ai monopolisti dei diamanti di ABN AMRO, che poi la diedero a Santander, che ci ricaricò sopra il triplo e la diede a Monte Paschi.
    Tutto un giro di finanza massona e parassita, che alla fine provoca sempre voragini nelle tasche della gente perbene.
    Gabanelli, ci dica: lei lavora per i poteri massoni e finanziari, vero ?
    (del resto, se è sul TG3….).
    Questo spiegherebbe anche gli attacchi pretestuosi ai grillini.

  4. Piccolo Scrivano Malandrino

    Come tutti i servi della Finanza nelle varie forme (UE, BCE, ONU, ecc…), anche la Gabanelli non è certo una cima:
    i grillini parlano di scontrini per risparmiare soldi del Popolo.
    Anche gli altri partiti dovrebbero parlare di scontrini, “oh creatura sciocca” (citaz. da Dante Alighieri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *