Ministro Profumo shock: propone di tagliare la scuola di un anno!

23

profumo ministroMentre il paese intero è impegnato nella caccia estrema all’ultima gaffe di un grillino, oppure s’interessa dei modelli delle scarpe di papa Francesco, il governo Monti prova a dare la mazzata definitiva alla scuola pubblica. Non contenti dei tagli al personale della storia recente, non contenti degli edifici che cadono a pezzi, non soddisfatti dell’azzeramento delle borse di studio, i tecnici pensano all’ennesima follia: tagliare di un anno la scuola. L’ideona è di un ministro, Profumo, che l’istruzione dovrebbe averla a cuore, visto che insegna pure all’Università. Invece il numero uno del Miur, non volendo essere da meno rispetto alla Gelmini, pensa di dare il proprio contributo decisivo a sfasciare ciò che resta della nostra scuola.

La proposta shock di Profumo, nel dettaglio, prevede tre percorsi ed è la seguente:
– Anticipo di un anno del percorso di studio al 5° anno di età del bambino;
 – riduzione di un anno tra il 4° e 5° anno della scuola elementare o riduzione tra il 1° e il 2° anno della scuola secondaria di 1° grado;
– riduzione di un anno della scuola secondaria di II grado.

Inutile dire che se una riforma del genere andasse in porto, le conseguenze sarebbero devastanti. Da un lato, produrremo studenti tra i più asini del pianeta. Dall’altro, manderemmo a casa decine di migliaia di lavoratori tra docenti e personale ATA, aggravando ulteriormente la già devastante crisi economica e sociale.

Se l’Italia fosse un paese normale, una notizia di questo genere sarebbe su tutti i giornali e telegiornali. Invece si trova traccia solo in qualche sito specializzato, come ad esempio OrizzonteScuola. Ma ciò non ci stupisce. Capiamo perfettamente che in questo momento è più importante pensare al colore delle scarpe del papa e ad altri altri bizantinismi.

SHARE