Mondello, sub volontari tirano dal fondo del mare rifiuti di ogni genere, compresa una pistola

Mondello– Un’operazione condotta dai subacquei volontari appartenenti alle associazioni ‘Apnea’ e ‘dell’Orca’,  durante i due giorni del fine settimana, ha avuto come obiettivo quello per ripulire i fondali della spiaggia simbolo dell’estate di Palermo, Mondello. L’operazione – com’era già da aspettarsi – ha messo ancora una volta a nudo un nervo scoperto della città e dei cittadini di Palermo, la mancanza di un senso di appartenenza e di rispetto verso l’ambiente che contribuisce a rendere la città e la Sicilia intera una delle perle d’Italia. Cumuli di spazzatura d’ogni tipo sono stati riportati a galla dai subacquei volontari durante i due giorni di lavoro. I rifiuti giacevano sui fondali ormai da decenni, facevano ormai parte dell’ecosistema marino del piccolo golfo di Mondello, che ogni anno attira migliaia di bagnanti provenienti non solo dalla città, ma anche dal resto d’Italia.
mondello
A sentire le storie e vedere le foto dell’operazione quasi non si vorrebbe credere a ciò che è stato portato alla luce in soli due giorni. I volontari subacquei delle associazioni Apnea e dell’Orca non si aspettavano certo cosa avrebbero trovato in fondo ai pochi metri d’acqua della costa mondellana. I rifiuti variano dalla carcassa arrugginita di una vespa, ai cartelli per la segnaletica stradale, fino ad una pistola scacciacani. Senza contare i numerosi copertoni e lamiere di ogni genere. la stima approssimativamente ammonta a decine di quintali di rifiuti. Sembra quasi che i fondale del golfo di Mondello fosse un luogo dove si raccoglievano tutti gli oggetti smarriti (volontariamente) dai cittadini di Palermo e dintorni, come la Luna del Torquato Tasso verso cui Astolfo si dirige per recuperare il senno di Orlando. E chissà se i palermitani a veder quelle foto non abbiano anch’essi riacquistato un po’ del loro antico senno e siano arrivati ad una conclusione matura: il mare è l’immenso patrimonio affidatoci dalla natura, e che occorre impegnarsi a mantenere pulito e gestire secondo il più profondo rispetto di tutte le creature che lo abitano.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*