Home » Economia & Caste » Monti ci (tar) tassa ancora, in arrivo aumento degli Sms

Monti ci (tar) tassa ancora, in arrivo aumento degli Sms

Ha deciso di dare la botta definitiva ai consumi Monti, con l’aumento della tassa sulla benzina e soprattutto con l’ennesimo balzello che colpirà stavolta gli SMS. L’obiettivo è finanziare così gli interventi della Protezione Civile. La norma è stata introdotta nel decreto legge presentato questo venerdì al Consiglio dei Ministri. Nel caso in cui venga dichiarato lo stato di emergenza il Fondo Nazionale di Protezione Civile, venga integrato, si legge nel testo

previa deliberazione del Consiglio dei ministri, con le entrate derivanti dalla tassazione fino a un massimo di due centesimi di euro per ciascuna comunicazione effettuata attraverso l’invio di brevi messaggi di testo (SMS) mediante telefono cellulare, computer o siti internet gestiti dalle società telefoniche

Non solo con i celluari, dunque, anche se inviamo Sms con altri mezzi verremo (tar)tassati. Continua il disegno di legge…

La misura dell’aliquota è stabilita, sulla base della deliberazione del Consiglio dei ministri, con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate il quale stabilisce altresì le modalità del versamento dell’imposta, nonché ogni altra connessa disposizione attuativa. I gestori dei sistemi di comunicazione utilizzati per l’invio dei messaggi provvedono al pagamento dell’imposta, con facoltà di rivalsa nei confronti dei clienti.

Il colpo di grazia però ci sarà dato a ottobre con l’aumento dell’Iva al 23% e la manovra correttiva da circa 12-15 miliardi di euro. Il fallimento dell’Italia ormai è una certezza. Certificata dai professoroni.

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Censura crocifisso dai prodotti e li cancella. Attivisti di fronte alla Lidl alzano crocifisso di tre metri

In Ungheria, un gruppo di attivisti ha eretto una grande croce proprio di fronte alla Lidl . …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *