Home » Economia & Caste » Moretti (850mila euro di stipendio) provoca ancora: “Il mio lavoro difficilissimo”

Moretti (850mila euro di stipendio) provoca ancora: “Il mio lavoro difficilissimo”

moretti-fsContinuano le provocazioni – difficile definirle diversamente – di Mauro Moretti (nella foto). In un Paese completamente allo sfascio, con milioni di disoccupati, cassintegrati e lavoratori ridotti alla fame, l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato si è prima permesso di dire che “se mi tagliano lo stipendio di 850mila euro l’anno me ne vado”; poi ha rincarato la dose.

Secondo il dirigente, ex sindacalista, il suo è il lavoro più difficile del mondo. Pazienza se un medico, che salva vite umane, non prende che un decimo rispetto a lui. Queste le testuali parole di Moretti: “Noi non stiamo a poltrire negli uffici e il nostro è il lavoro più duro che si possa pensare in Italia e nel mondo. Ho conosciuto tanti ex amministratori delegati e tutti mi hanno detto che una realtà industriale così dura, complessa e difficile non l’avevano mai vista. Ora la sfida è che il capitale industriale della società venga valorizzato appieno perché va a beneficio di tutta la collettività – dice Moretti. – Non capisco chi dice che qui la competizione non c’è. Non so in che mondo viva”.

Moretti sostiene che il suo stipendio faraonico è già stato abbassato ma non è più disposto a scendere sotto gli 850mila euro l’anno. Insomma, non solo i dirigenti italiani sono i più pagati al mondo; non solo, in molti casi, hanno portato alla distruzione totale di aziende sane; ma hanno anche la faccia tosta di lamentarsi.

Renzi continua ad affermare che taglierà i mega compensi. Possiamo davvero stare sereni? Non ci resta che attendere, anche se dovremo attendere poco. Visto che il premier, si sa, “fa le cose” e “le fa in fretta”.

Loading...

Altre Storie

Influenza shock: è allarme in Europa, in arrivo virus del “vomito e diarrea”

Mentre le temperature precipitano, i funzionari delle istituzioni sanitari britanniche lanciano l’allerta sostenendo che quest’anno …

One comment

  1. Moretti, un conto è creare utili di bilancio, un altro è ottenere la completa soddisfazione dei Clienti!!! Non mi pare che Trenitalia stia agendo a favore dei Clienti ma solo degli azionisti… Il suo predecessore Cimoli fece notevoli danni alle FS ed ottenne anche una buonuscita. Lei, se ha il coraggio, equipari il suo compenso ai risultati ottenuti, a 360° e non solo quello degli azionisti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *