Home » Primo piano » Mucche con la finestra sullo stomaco: ecco perché

Mucche con la finestra sullo stomaco: ecco perché

In Svizzera vivono 14 mucche che hanno una vera e propria finestra sullo stomaco: serve per consentire ai ricercatori di introdurre la loro mano e prendere una parte del cibo durante la digestione per sottoporlo alle analisi del caso.

Una pratica che ha scatenato le ire degli animalisti, ma che i ricercatori di settore ritengono di vitale importanza dopo i casi di l’encefalopatia spongiforme bovina, la cosiddetta “mucca pazza”, che spaventò mezzo mondo a partire dall’anno 2000. Ecco perché in Svizzera, ad Agroscope in Grangeneuve, quattordici mucche sono state munite di una sorta di oblò che apre al mondo esterno l’apparato digerente degli animali, consentendo di prelevare e analizzare campioni di alimenti in via di digestione.

I ricercatori, aprendo una sorta di tappo, riescono ad inserire la mano in un buco lungo circa 20 cm e che arriva fino al rumine. Così, si possono studiare campioni del cibo digerito e stabilire per gli animali una dieta maggiormente equilibrata. Gli esperti di settore, assicurano che l’inserimento di questi apparati sia stato indolore e che comunque il tutto sia avvenuto dopo aver sottoposto le mucche ad anestesia.

Anche durante la fase di prelievo, i ricercatori sostengono che gli animali non si accorgano sostanzialmente di nulla. Non la pensa allo stesso modo il dottor Edward DePeters presso la University of California Davis che parla senza mezzi termini di “pratica crudele”.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”16567″]
Loading...

Altre Storie

Napoli shock: Muore paziente, parenti scatenano rissa calci e pugni a infermiere e vigilantes

Quattro infermieri, due medici e un vigilante sono stati aggrediti ieripomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale …

5 comments

  1. Attenti! Appena lo sa la Michela Brambilla, agirà contro voi…

  2. in passato esperimenti simili furono fatti anche su uomini

  3. studiati durante il corso di fisiologia ,laurea di medicina,anni 50.,se ricordo bene ,esperimenti del russo Alexieij Speranskij

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *