Home » Cronaca & Calamità » Muore a 4 anni a causa di denutrizione e botte (VIDEO)

Muore a 4 anni a causa di denutrizione e botte (VIDEO)

Daniel Pelka deathAveva solo 4 anni il piccolo Daniel Pelka quando è morto a causa dei maltrattamenti e della malnutrizione che la madre e il patrigno gli hanno riservato. Ha vissuto la sua vita tra stenti e fame, secondo anche quanto hanno potuto appurare i medici. In sede processuale, a Birmingham, sono incriminati la madre Magdelena Luczak, 27 anni ed il patrigno, Mariusz Krezolek, 33, entrambi polacchi, che hanno praticamente imprifionato il bimbo in camera sua. La porta era stata privata della maniglia e doveva mangiare solo del sale. I messaggi di testo ritrovati sui cellulari della coppia, secondo l’accusa, dimostrano la loro colpevolezza.

IL TESTO CONTENUTO NEGLI SMS – La madre ha inviato un breve messaggio di testo al compagno in cui riferiva:

È momentaneamente incosciente dopo che l’ho quasi annegato. Ora sono tranquilla.

Lui risponde:

L’uomo invece ha scritto il 7 ottobre 2011: “chiudilo in una stanza, così avrai un po’ di tranquillità e mi aspetterai.

 

Quando il bambino è deceduto, i due si sono accordati per non chiamare la polizia. In fase di autopsia, i dottori hanno constatato che il piccolino aveva sul corpo ben 24 diverse ferite, sia interne che esterne, alla testa, tronco, arti, bruciature sul cuoio capelluto.

Genitori di Daniel
Madre e patrigno di Daniel

DENUTRIZIONE E VIOLENZE – Il tono di massa muscolare del bambino e l’indice di massa corporea erano a livelli molto bassi per un bambino di quattro anni. Il piccolo era smagrito, a causa della cattiva nutrizione alla quale era sottoposto. Non mangiava da almeno 7 mesi. Anche il computer ha riportato alla luce le vicende legate a questa drammatica storia. I due, infatti, avevano effettuato delle ricerche su Google con queste chiavi di ricerca: “quando un bambino smette di rispondere” o “curar un paziente in coma”.

Il video:

Loading...

Altre Storie

Milano shock, canadese violentata da un finto tassista, allarme senza tregua

Purtroppo un ennesimo caso di violenza sessuale ai danni di una giovane donna a Milano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *