Home » Primo piano » Muore René Girard, l’immortel dell’Académie Francaise, ma resterà per sempre nella storia del pensiero umano

Muore René Girard, l’immortel dell’Académie Francaise, ma resterà per sempre nella storia del pensiero umano

René Girard è stato uno dei pensatori più importanti della nostra epoca – un saggio provocatorio che ha bypassato tante ortodossie e i vari “ismi” prevalenti per una visione del tutto diversa della natura umana, rispetto a quella imperante.
Il noto professore di Stanford, uno dei 40 immortels della prestigiosa Académie Française, è morto nella sua casa di Stanford il 4 novembre, all’età di 91, dopo lunga malattia.

Un suo collega all’ Académie Française Michel Serres lo aveva definito “il nuovo Darwin delle scienze umane.” L’autore che ha iniziato come teorico della letteratura è stato affascinato da tutto: storia, antropologia, sociologia, filosofia, religione, psicologia e teologia.
I suoi scritti hanno influenzato autori come JM Coetzee e Milan Kundera, la sue visioni della società non erano mai di moda, ma sempre senza tempo.

In particolare, René Girard era interessato alle cause del conflitto e della violenza e il ruolo di imitazione nel comportamento umano. I nostri desideri, scriveva, non sono nostri; vogliamo che ciò che gli altri vogliono. Questi desideri duplicati portano alla rivalità e alla violenza. Egli ha sostenuto che il conflitto umano non è stato causato dalle nostre differenze, ma piuttosto per la nostra identità.

Il primo libro di Girard, ‘Menzogna romantica e verità romanzesca‘ pubblicato per la prima volta nel 1961, aveva come casi di studio Cervantes, Stendhal, Proust e Dostoevskij per sviluppare la sua teoria della ‘mimesis’. “Il cuore è un’idea così semplice, eppure così fondamentale, che sembra incredibile che nessuno lo avesse articolato prima.”
rené girard
Il lavoro ha avuto un impatto ancora maggiore su Girard se stesso: Ha subito una conversione, simile ai protagonisti dei libri che aveva citati. “La gente è contro la mia teoria, perché è allo stesso tempo una teoria d’avanguardia e cristiana”, aveva detto nel 2009. “Il popolo d’avanguardia è anti-cristiana, e molti cristiani sono anti-avant-garde. Anche i cristiani sono stati molto diffidenti nei confronti di me.”

Girard ha sempre accettato le critiche con tranquillità: “Le teorie sono sacrificabili“, ha detto nel 1981. “Dovrebbero essere criticate Quando la gente mi dice il mio lavoro è troppo sistematico, io dico, ‘lo rendo il più sistematico possibile affinché tu sia in grado di dimostrare che è sbagliato .

Ha scritto quasi 30 libri, tradotti in molte lingue, tra cui ‘Il capro espiatorio’, ‘Io vedevo Satana cadere come la folgore’.
Il suo ultimo lavoro importante è stato 2007 ‘Achever Clausewitz’. Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha citato le sue parole. Il libro, che prende come punto di partenza l’esperto stratega prussiano e teorico della guerra Carl von Clausewitz, ha implicazioni che hanno posto saldamente Girard nel 21 ° secolo.

Loading...

Altre Storie

Mamme vittime di ‘violenza ostetrica’: in Italia una su cinque

Il parto è un momento delicato, non solo per il bambino ma anche per la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *