Home » Varie & Avariate » Musicista operato al cervello per un tumore mentre suona il clarinetto

Musicista operato al cervello per un tumore mentre suona il clarinetto

Ferrara è stato effettuato con successo un eccezionale intervento chirurgico: un musicista è stato operato al cervello mentre suonava il clarinetto.

Al Sant’Anna di Ferrara, l’equipe diretta da Michele Cavallo, direttore del reparto sanitario di neurochirurgia, si candida così a punto di riferimento nazionale per interventi compiuti in awake surgery. Nel caso specifico di tumori cerebrali, l’obiettivo dell’operazione è duplice: asportare la massa tumorale il più possibile e minimizzare i danni potenziali alle aree motorie e sensitive dell’encefalo. Il paziente è stato operato in condizione vigile e collaborativa per un tumore cerebrale.

La chirurgia effettuata con il paziente sveglio si chiama awake surgery e il dott. Oggi l’uomo, un musicita, sta bene ed è tornato a suonare. In questo caso, dato che il paziente è un musicista professionista (che suona appunto il clarinetto), i medici hanno tentato di presidiare, con esiti positivi, anche il sensitivo. Si è deciso quindi di intervenire asportando la neoplasia mentre il paziente – la cui disponibilità è stata fondamentale – suonava il clarinetto. È il primo intervento concepito in questo modo in Italia.

Il tumore era localizzato nell’area cerebrale sensitiva di destra, la stessa da cui deriva la percezione della sensibilità alla mano e al braccio sinistro. La spiegazione è stata fornita direttamente dall’ospedale e dunque dai medici secondo cui stimolarlo nella fase operatoria delle specifiche zone cerebrali sono stati evocati dei disturbi sensitivi complessi. Fatto riscontrabile con errori nell’esecuzione dei brani. L’intervento è durato circa 4 ore, metà delle quali in cui il paziente è rimasto sveglio.

Loading...

Altre Storie

“Ho preso una sigaretta da un alieno”: Cannabis shock, bambino ricoverato grave intossicazione

E’ accaduto a Milano, dove un bambino di 7 anni è risultato intossicato dalla cannabis. La notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *