Home » Cronaca & Calamità » Napoli, sequestrati 17 forni: producevano pane con vernice e chiodi

Napoli, sequestrati 17 forni: producevano pane con vernice e chiodi

paneMaxi sequestro di 17 forni a Napoli, nei quali veniva prodotto pane con vernice e chiodi. Il pane abusivo era prodotto dai clan della Camorra la quale, con i vari forni clandestini presenti sul territorio napoletano, guadagna 1 miliardo di euro all’anno. Questo pane era confezionato con lo scarto delle farina, del legno e prodotto in ambienti anti-igienici, distribuito da venditori ambulanti per strada, in diretto contatto con lo smog.

I Carabinieri, dopo aver attuato quattro ore di controlli, nel capoluogo e nella provincia, hanno portato alla chiusura dei vari forni che producevano pane velenoso e hanno sequestrato oltre tre tonnellate di questi alimenti. Denunciate, infine, una cinquantina di persone tra titolari di negozi, ambulanti e panificatori.

I panifici sono ubicati uno a Frattamaggiore, uno ad Arzano, due a Pomigliano d’Arco, due a Sant’Anastasia, due ad Acerra, uno a Brusciano, uno a Castello di Cisterna, due a Giugliano, uno a Villaricca, uno a Sant’Antimo, due a Somma Vesuviana, uno a Torre Annunziata, mentre nel quartiere Santità a Napoli è stato anche scoperto un deposito abusivo dove il pane veniva conservato senza rispettare le norme igienico sanitarie.

Loading...

Altre Storie

Jessica Ricci, la mamma incinta che ha fatto guerra al tumore

Torna dal viaggio di nozze Jessica Ricci una ragazza ventinovenne di Molinella. Una notizia bellissima, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *