Home » Cronaca & Calamità » Neonato soffocato con 7 metri di carta igienica, ucciso perché frutto di incesto

Neonato soffocato con 7 metri di carta igienica, ucciso perché frutto di incesto

giustiziaUna fine terribile quella toccata a un neonato, nell’ormai lontano 1996: nato da un incesto tra padre e figlia, il piccolo fu ritrovato morto sotto un cavalcavia da un automobilista che si ritrovava a passare nei dintorni. A distanza di tanti anni, è stata fatta chiarezza su questo orribile caso di cronaca. La storia arriva dal Basso Sulcis: il medico legale che ha confermato che il piccolo è stato ucciso tramite soffocamento, provocato da ben sette metri di carta igienica inseritagli in gola. Il caso è stato riaperto l’anno scorso, dopo una denuncia arrivata in ritardo ai Carabinieri. Il padre-nonno del bambino è accusato dell’omicidio e, in primo grado, è stato condannato a 20 anni di reclusione, con rito abbreviato.

L’uomo, dal canto suo, rinnega ogni coinvolgimento nell’infanticidio: la figlia ha riferito di aver partorito nel bagno dell’ospedale e di aver consegnato al padre il piccolo ancora vivo. L’uomo, poi, se ne sarebbe disfatto in un secondo momento. Sul corpicino del neonato è stato effettuato il test del DNA, dal quale si è risaliti all’identità del genitore. L’uomo, attualmente, ha 71 anni.

Loading...

Altre Storie

Incidente a Bellolampo, morti giovani coniugi su moto

L’incidente è avvenuto sulla strada che porta alla discarica di Bellolampo. Dramma a Palermo. Una giovane coppia di coniugi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *