Norovirus, l’influenza viene dagli Stati Uniti

L’influenza del norovirus dilaga negli Stati Uniti, chiuse 11 scuole

Il batterio dell’influenza, il norovirus, sta dilagando in ben 11 scuole del Nevada, contagiando centinaia di bambini e anche alcuni insegnanti, hanno detto i funzionari sanitari della sanità dello stato.

Il Distretto Sanitario di Washoe County che ritiene che lo scoppio norovirus abbia avuto inizio il 16 settembre in una scuola elementare di Reno, dove 150 studenti e 11 membri del personale ne hanno riportato i sintomi più evidenti: nausea, vomito, diarrea e crampi addominali.

Ieri, venerdì 2 ottobre, la Washoe County School District ha riferito che l’epidemia si è diffusa in altre 9 scuole elementari, una scuola superiore e alcuni asili.

Non sono stati registrati casi gravi per l’influenza comunque.

La maggior parte delle 400 persone colpite sono stati i bambini delle scuole elementari, e gli insegnati e gli adulti che si trovano a stretto contatto con loro. Il virus che causa la malattia è volatile, e si diffonde attraverso la cavità orale.

I funzionari della sanità della contea stanno lavorando per documentare e contenere l’epidemia, ma avvertono gli studenti malati e gli adulti di continuare a rimanere a casa per almeno 72 ore fino a quando i sintomi non scompaiono completamente.

Le scuole dove il virus si è diffuso sono state pulite e igienizzate, i funzionari sollecitano anche i genitori a tenere tutte le superfici pulite correttamente quando ci sono bambini malati a casa.

La stessa contea aveva già affrontato un altro focolaio nel 2012, quando più di 1.400 bambini erano stati affetti dalla stessa malattia gastrointestinale. L’epidemia si spense quando le scuole vennero chiuse per le vacanze di Natale e il personale era stato in grado di eseguire le pulizie in modo più approfondito.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*