Home » Varie & Avariate » Notebook, come scegliere quello giusto
notebook

Notebook, come scegliere quello giusto

Il notebook viene scelto sempre di più dalle persone perché è un computer che occupa poco spazio, maneggevole, può essere spostato facilmente e offre, a volte, anche prestazioni migliori di un normale pc fisso.

Essendo dei computer compatti, i notebook vanno scelti attentamente, perché sostituire pezzi al loro interno è più difficoltoso e più costoso, quindi, un occhio di riguardo alle caratteristiche tecniche e ai criteri di scelta.
notebook
Anche il miglior notebook sui 1000 euro ha bisogno di un’attenta valutazione,  anche se il costo è elevato non vuol dire che offrirà sicuramente il meglio.

Per acquistare il notebook giusto bisogna tener presenti alcune caratteristiche che, a lungo andare, saranno decisive per un buona durata del dispositivo.

Per prima cosa il portatile, poiché andrà spostato, deve avere le giuste dimensioni, non deve essere troppo grande ma nemmeno troppo piccolo, deve avere una buona tastiera e un touchpad largo.

Scegliere un notebook troppo piccolo potrebbe rendere il lavoro più difficoltoso, mentre se è troppo grande sarà più difficile spostarlo da una parte all’altra, la scelta va effettuata secondo le proprie esigenze.

Orientativamente, chi viaggia potrebbe optare per dei notebook con schermo da 12 o 13 pollici, chi invece lo utilizza a casa potrebbe adattarsi con un 15,6 pollici.

Sul mercato sono presenti anche gli ultrabook,  chi non è esperto del settore potrebbe pensare che si tratta di un’altra categoria di pc portatili, in realtà non sono altro che dei notebook ma molto più potenti, che si caratterizzano per avere dimensioni compatte, sottili e leggere.

Un altro aspetto importante da prendere in considerazione quando si acquista un notebook è la presenza delle porte basse, come le USB, il lettore di schede SD, la porta Ethernet, le uscite video, l’HDMI, il microfono ect.

Alcuni modelli di portatili presentano soltanto due porte USB, si consiglia di acquistare un dispositivo che ne abbia almeno tre o quattro, se si trova un prodotto di buon valore con poche porte USB, si possono sempre estendere.

Ricordiamo che oggi dovrebbe essere presente su un portatile almeno una porta USB 3.0, decisamente più veloce rispetto alla classica USB 2.0, che permette una velocità di trasferimento superiore.

Ovviamente sono da tener in considerazione anche la capienza dell’hard disk interno, la scheda video e la scheda audio, il processore e la presenza di eventuali accessori, nonché il sistema operativo con il quale è equipaggiato.

Tutti questi aspetti sono fondamentali se si vuole acquistare un notebook di qualità sui 1.000 euro, quindi si consiglia di tenerne conto al momento della scelta.

Loading...

Altre Storie

Insonnia da dipendenza tecnologica: ne soffrono sempre più gli adolescenti

Uno studio condotto dal professore Claudio Mencacci direttore del Dipartimento Neuroscienze e salute mentale dell’ASST …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *