Obama: Pakistan avrà un ruolo chiave in Afghanistan

Barak Obama dichiara che gli USA abbandoneranno la via militare in Afghanistan per affidarsi alla diplomazia del Pakistan

Obama dichiara che il Pakistan avrà nei prossimi mesi un ruolo importante nei rapporti internazionali con l’Afghanistan, soprattutto nel facilitare il processo di riconciliazione tra i talebani e l’Afghanistan.

Questo sarà il tema principale dell’incontro tra il presidente degli Stati Uniti ed il primo ministro Nawaz Sharif nell’incontro fissato la prossima settimana.

“Sappiamo già che il Pakistan ha giocato un ruolo importante nel cercare di facilitare il dialogo per la riconciliazione tra i talebani e il governo afghano,” ha dichiarato Josh Earnest dell’ufficio stampa della Casa Bianca

“Io non sono in grado di parlare per il governo pakistano, ma è l’opinione del presidente che tutti in quella regione riconoscono gli importanti benefici associati con i progressi nei colloqui di riconciliazione”, ha detto in risposta a una domanda.

Il Presidente Barak Obama ha intenzione di continuare a utilizzare l’influenza che egli ha con il governo afghano per incoraggiarli a proseguire questi colloqui. Tale scelta diplomatica indica una svolta radicale della politica militare statunitense in Afghanistan, che ha deciso di passare in secondo piano nel processo di stabilizzazione del paese.

Anche Peter Cook, segretario stampa del Pentagono ha espresso parole simili:

“Tutte le persone coinvolte in questo sforzo per a lavorare con il governo afgano stanno cercando di avere una panoramica completa della situazione. E’ importante che il rapporto tra l’Afghanistan e il Pakistan continui”.

Riconoscendo che il governo degli Stati Uniti non ha una grande influenza con i talebani, Earnest ha detto che in ogni caso ci sono altri paesi della regione che possono intavolare trattative più concrete.

“E noi certamente avremo un ruolo nell’aiutare i paesi e gli attori della regione ad utilizzare la loro influenza con i talebani per incoraggiarli a proseguire e impegnarsi in questi colloqui di riconciliazione”, ha detto.

“Una delle cose che conosciamo è il particolare risentimento dei talebani verso la presenza degli Stati Uniti e l’occupazione militare straniera del territorio in Afghanistan”.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*