Offese Federica Gagliardi, la “dama bianca di Berlusconi: Pippo Baudo a processo”

Il rinvio a giudizio per Baudoè stato deciso dal gup di Roma Costantino De Robbio e il processo è stato fissato davanti al giudice monocratico della VI sezione del Tribunale per il 21 febbraio 2018.

È il marzo 2014 quando Pippo Baudo si lascia andare a dichiarazioni pesanti commentando i fatti di cronaca di cui si rende protagonista Federica Gagliardi, meglio nota come la “dama bianca”. Secondo la sua linea difensiva il linguaggio usato è sì forte, ma non aveva intenti diffamatori, bensì voleva stigmatizzare il comportamento della donna sorpresa a trafficare droga.

Pippo Baudo, senza mezze misure, la definì per ben tre volte una “mignottona”.pippo-baudo-jpg_997313609

Baudo ripeté quel giudizio a Le Invasioni Barbariche su La7 e a La Zanzara su Radio24. “Due episodi il giudice li ha ridotti a diffamazione semplice non aggravata – spiega a LaPresse l’avvocato di Baudo, Jacopo Pensa – In un caso invece ha ritenuto che l’aggravante potesse essere valida”. Il conduttore è stato rinviato a giudizio perché quei termini, rivolti alla Gagliardi, erano indubbiamente offensivi. Due anni fa, Federica Gagliardi, conosciuta anche come la Dama Bianca, fu trovata all’aeroporto in possesso di 25 chili di cocaina. Poco tempo dopo l’uomo fece marcia indietro, riconoscendo che, quanto detto in precedenza, era decisamente esagerato: pur aggiustando il tiro, Baudo continuò a definire ignobilequanto fatto dalla donna.

Ennesima grana per Baudo. Secondo alcune indiscrezioni, il conduttore dovrebbe versare mensilmente all’ex moglie circa 12.000 euro.

1 Comment

  1. Pippo ha sbagliato,ma citarlo in giudizio dopo aver fatto una cosi’ enorme porcata mi pare esagerato. Proporrei una bella multa ad entrambi,e per il reato della droga non mi esprimo(sarei troppo cattivo).

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*