Home » Varie & Avariate » Olio di palma: incendi catastrofici in Indonesia
olio di palma

Olio di palma: incendi catastrofici in Indonesia

L’olio di palma manda in fiamme le foreste dell’Indonesia, la foschia ricopre anche l Malesia e Singapore. Greepeace denuncia in un video scioccante

Per le coltivazioni di olio di palma l’Indonesia sta perdendo la maggior parte delle sue ricche foreste tropicali, che vengono date alle fiamme ad un ritmo vertiginoso.

La foschia prodotta dagli incendi controllati di proporzioni spaventose, arriva a coprire il cielo dell’intera Indonesia e raggiunge anche la Malesia e Singapore.

Greenpeace denuncia la sciagura tramite un breve filmato molto intenso e al contempo preoccupante.

Il presidente indonesiano Joko “Jokowi” Widodo ha chiesto a Singapore, Malesia, Giappone e Russia un aiuto concreto per cercare di arginare gli incendi boschivi che hanno causato soffocamento e inquinamento atmosferico in gran parte del sud-est asiatico per settimane intere

La colpa di questa foschia è da attribuire alle compagnie di palma-olio che bruciano le foreste per bonificare il terreno per le nuove piantagioni.

In una dichiarazione rilasciata dal Segretario di Gabinetto, Jokowi ha detto che spera nell’assistenza degli stati stranieri per eliminare al più presto la foschia, che attanaglia l’intero paese, creando danni incalcolabili all’economia ed alle vite dei cittadini.

Le scuole sono state chiuse e gli eventi sportivi sono stati momentaneamente posticipati. Trasporti, soprattutto quelli aerei, hanno subito i danni maggiori. Durante il mese di settembre, il numero di persone che soffrono di infezioni acute alle vie respiratorie nella città indonesiana di Pekanbaru, in una delle aree più colpite, ha raggiunto il 250%.

Greenpeace del su-est asiatico ha pubblicato un video in cui mostra la distruzione provocata dagli incendi boschivi, nonché i vasti fuochi delle torbiere sotterranee della regione di Kalimantan.

In 4 minuti, 28 secondi di video, il fumo si alza dalle cime degli alberi e contemporaneamente emerge dallo stesso terreno. Ciò che ne emerge è uno scenario apocalittico fatto di devastazioni senza precedenti.

Incendi delle torbiere sono particolarmente difficili da affrontare perché bruciano sopra e sotto terra.

Bisogna anche considerare che per dare l’avvio alle piantagioni per l’olio di palma non bruciano unicamente le foreste, ossigeno fondamentale per l’intero pianeta, ma anche tutte le migliaia di animali che al loro interno vi abitano.

Le specie prese dal panico restano intrappolate tra le fiamme, incapaci di trovare una via di fuga muoiono soffocate e lacerate dalle fiamme degli incendi.

Loading...

Altre Storie

Gravidanza a rischio per sangue raro, salvata da un donatore

Una storia a lieto fine grazie al lavoro della Banca del Sangue Raro e agli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *