Home » Economia & Caste » Ora si paga anche la tassa sull’ombra

Ora si paga anche la tassa sull’ombra

Se l’ombra della propria tenda occupa suolo pubblico bisogna pagare una tassa da 8,40 euro al metro. È la brutta sorpresa per alcuni commercianti di Conegliano, che in un momento nel quale è già difficilissimo andare avanti causa crisi e tasse di ogni sorta, sono costretti a subire l’ennesimo salasso da parte delle istituzioni.

Sembra uno scherzo, ma non lo è: i commercianti coneglianesi devono pagare anche la tassa sull’ombra. Se un negozio o un bar è dotato di una teda parasole che esternamente proietta ombra su suolo pubblico, è come se quel suolo fosse occupato direttamente dall’esercizio e quindi bisogna pagare una tassa che rientra nella Tosap (tassa occupazione suolo pubblico). Ovviamene, l’occupazione è solo “virtuale”, ma la tassa è reale, come racconta athias Doimo, titolare del negozio di alimentari “La Dispensa”:

È assurdo. Pagheremo anche questa, ma veramente non se ne può più. È una vergogna. Appena avrò pagato – dichiara provocatoriamente – , mi adeguerò e comincerò a fare aperitivi all’esterno.

Dopo aver preso in gestione il negozio nel 2008, Mathias ha installato una tenda di quattro metri quadri per proteggere la vetrina e i prodotti in essa contenuti dal sole. L’imposta ha una tariffa da 8,40 euro al metro quadro, per cui il negoziante dovrà pagare circa 34 euro.

Loading...

Altre Storie

Cane molecolare trova il cancro prima delle anilisi mediche

Diagnosticare un tumore solo annusando una persona. Il cane Liù è stato addestrato a scovare …

One comment

  1. Risiedo a Conegliano, e so che l’attuale Sindaco Zambon e il predecessore Maniero, fanno di tutto per attuare il detto: “Forte coi deboli, debole coi forti”. Una pagina di Facebook che additava il nostro malcontento, è scomparsa! Il Regolamento di Polizia Urbana viene applicato solo quando e dove conviene. Il Codice della Strada, che prevede sanzioni per chi occupa abusivamente suolo pubblico, non viene applicato alla ditta SAVNO che dissemina marciapiedi e parcheggi con campane per raccolta vetro, cassonetti vari. Il CdS dice inoltre che il Comune dovrebbe delimitare il loro spazio con apposite strisce gialle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *