Oslo riduce l’inquinamento dal 2019 vietate le auto nel centro città

La capitale della Norvegia, Oslo ha un nuovo semplice, piano per ridurre l’inquinamento nella città: a partire dal 2019 le auto non potranno più transitare nel centro cittadino. Il consiglio comunale, composto dal partito laburista, la sinistra socialista e il partito dei Verdi, che ha vinto le elezioni locali nella capitale norvegese, ha fatto l’annuncio in una dichiarazione congiunta il 14 settembre.

In una conferenza stampa detagliata, il consiglio ha illustrato i suoi piani per la costruzione di 60 chilometri di piste ciclabili entro il 2019. Gli autobus e i tram potranno continuare a percorrere le vie del centro; e saranno rilasciati pass eccezionali per i veicoli dei disabili e le merci. Oslo attualmente ha una popolazione di 600.000 abitanti e circa 350.000 vetture.

“Vogliamo avere un centro senza auto,” ha dichiarato Lan Marie Nguyen Berg, membro del partito dei Verdi a Oslo: “Vogliamo fare meglio per i pedoni e i ciclisti. Sarà meglio anche per negozi e per tutti”.

Se i piani proposti saranno portati a termine entro la data stabilita, Oslo diventerà la prima capitale europea senza più auto nel suo centro. A settembre Parigi aveva bloccato il traffico per metà giornata, imponendo un divieto di tutti i veicoli con e offrendo trasporti pubblico gratuito. Ma l’esperimento non è più stato ripetuto, al meno per il momento.

Città tra cui Londra e Madrid hanno imposto delle tassazioni apposite, al fine di limitare il traffico nei loro centri storici. Nel 2003, una tassa di congestione di 11.50 sterline è stata introdotta a Londra per tutto gli automobilisti che intendono entrare con i propri veicoli nel centro durante le ore del giorno. Il divieto è valido nei giorni feriali escluso il weekend.

Mentre il primo cittadino della capitale spagnola ha predisposto che tutti gli automobilisti che non vivono nei quartieri centrali di Madrid devono pagare una tassa pari a 100 euro se vogliono entrare nella zona a traffico limitato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *