Home » Economia & Caste » Parte la sperimentazione 5G in cinque città italiane

Parte la sperimentazione 5G in cinque città italiane

“E’ una tecnologia in forte discontinuità con il passato sia per quanto riguarda la velocità che il tempo di latenza; ha potenzialità enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati e sarà volano di crescita per il nostro sistema produttivo”, e si rivolge oltre che agli operatori telefonici anche a tutti quei soggetti che si stanno adoperando per sviluppare servizi basati su questa tecnologia.

Le cinque aree di partenza sono la zona metropolitana di Milano, il distretto di Prato, L’Aquila, Bari e Matera.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ovvero il MISE ha comunicato che è stato avviato un progetto sperimentale per portare il 5G in Italia. La selezione è avvenuta sulla base di criteri geografici, capillarità di connettività ultra-broadband, disponibilità frequenze nella banda 3,7-3,8 GHz e corridoi europei di accesso. Scopriamo insieme di cosa si tratta. Se già il 4G aveva rappresentato un passaggio importante in termini di telefonia mobile di ultima generazione, il passaggio al 5G sarà ancora più straordinario. Nel suo Action Plan per il 5G la Commissione europea invita a individuare entro il 2018 almeno una città dove avviare la sperimentazione del 5G. Anche perché Torino è stata scelta da Telecom per una sperimentazione individuale che mira, con l’appoggio del sindaco Chiara Appendino, a far diventare la città sabauda la capitale del 5g in Italia. I progetti, quindi, dovranno prendere l’avvio entro il 31 dicembre 2017 e devono essere realizzati nell’arco di 4 anni.

L’Unione Internazionale delle Comunicazioni ha comunicato che la tecnologia 5G non sarà solo una evoluzione del 4G ma una piattaforma che aprirà a nuove forme di sviluppo. La sperimentazione delle reti 5g durerà fino al 2020 e le domande potranno essere presentate entro il prossimo 15 marzo, mentre i progetti che poi partiranno per la fine dell’anno potranno essere presentati entro il prossimo 14 luglio.

Loading...

Altre Storie

Legge 104, novità per familiari che assistono anziani e disabili

Sono in arrivo tante novità e benefici per chi vorrà avere accesso alla legge 104 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *