Picchia l’amico a morte, perché si stava trasformando in uno zombie

Un ragazzo del New Mexico, USA, che era stato un guardare la serie TV The Walking Dead, ha picchiato il suo amico a morte perché credeva che la vittima si stesse trasformando in uno zombie. Il suo nome è Damon Perry ha 23 anni e vive a Prewitt, nel Nuovo Messico. L’accusa è davvero pesante, non soltanto perché si stratta di un’accusa di omicidio, ma anche per la ragione e la stessa dinamica. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, basata sulle indagini e sulle dichiarazioni dello stesso Damon Perry, l’amico Christopher Paquin è deceduto dopo aver ricevuto numerose ferite causate da ripetuti calci, pugni, nonché attacchi con altri oggetti, tra cui: un forno a microonde e una chitarra.

Sempre secondo la testimonianza di Damon Perry i due amici avevano passato parecchie ore a guardare diverse puntate della serie The Walking Dead, basata su un’apocalisse zombie, ambientata proprio negli Stati Uniti. In questa serie tutti coloro che muoiono dopo pochi minuti si risvegliano zombie, affamati di carne umana.

“Perry ha detto agli investigatori che aveva bevuto grandi quantità di alcol quando il suo amico cominciò a trasformarsi in Uno zombie”, ha dichiarato il Dipartimento di polizia in un comunicato.
Uno dei detective della Polizia di Prewitt ha dichiarato sconcertato che l’omicidio è stato uno dei “più strani e più raccapriccianti“, cui avesse mai assistito.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*