Piero Pelù e la bufala della matita cancellabile

– “Ho fatto la stessa prova nel mio seggio, cinque minuti fa con il permesso dei presidenti, a seguito avevo foglietto e gomma”. A denunciare il fattaccio anche Piero Pelù che, recatosi alle urne per esprimere la propria preferenza, ha prima testato la matita e, dimostratasi non indelebile, si è rivolto al presidente del seggio e divulgato tale notizia attraverso la propria pagina Facebook con foto dimostrative ad accompagnare il post. Sarà ancora una lunga giornata e nottata di vigilanza e difesa della nostra democrazia per l’ispettore.

Su Fb si diffonde allarme ‘matite cancellabili’ Dopo la denuncia di Piero Pelù comincia a circolare con sempre più insistenza su Facebook l’allarme sulle matite non indelebili che verrebbero usate nei seggi per il voto al referendum costituzionale. Le “Prefetture possono utilizzare anche le matite che sono rimaste in deposito dagli anni precedenti”. Ho dimostrato che su un foglio normale

(foglio dove hai provato tu la matita) la matita si cancella.

Almeno in un paio di casi gli agenti si sono presentati ai seggi, e sono state compiute verifiche. Intanto però sul caso delle matite cancellabili segnalato oggi da molti elettori, interviene il Codacons, che presenterà domani un esposto al Ministero dell’Interno e a 140 Procure della Repubblica di tutta Italia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *