Home » Economia & Caste » Pokerstars: 300 milioni di euro nei paradisi fiscali?

Pokerstars: 300 milioni di euro nei paradisi fiscali?

La Guardia di Finanza contesta a Pokerstars una maxi evasione da 300 milioni di euro. L’operazione condotta dalle Fiamme Gialle di Roma, denominata All-in, ha messo nel mirino la Halfords Media Italy srl, controllata italiana del noto gruppo che si occupa del gioco d’azzardo sul Web. Secondo l’accusa, una sostanziosa parte dei ricavi del poker e altri giochi online, sarebbero finiti verso paradisi fiscali. L’evasione sarebbe emersa, secondo ‘Il Fatto Quotidiano’ in seguito “all’esame della documentazione contabile, dei flussi telematici e ai controlli presso i fornitori di servizi del gruppo”.

A dare ulteriori specifiche in merito alle indagini condotte, la stessa Guardia di Finanza, che con una nota puntualizza come a carico della Halfords “sono emersi numerosi elementi probatori che hanno dimostrato come il ruolo effettivo fosse quello di svolgere, per conto del gruppo Pokerstars, in maniera continuativa e sull’intero territorio nazionale, attività indispensabili e funzionali al core business del gruppo”.

Secondo le Fiamme Gialle, tra il 2009 e il 2014, la Halfords ha eroso la propria base imponibile, riducendo così il valore delle prestazioni rese nei confronti della controllante con sede nell’Isola di Man, e di conseguenza spostando la tassazione dall’Italia verso Malta e la stessa Isola di Man, dove vi è un trattamento fiscale agevolato. L’amministratore unico del gruppo è stato denunciato per frode fiscale.

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Dieta mediterranea può prevenire il cancro: ecco perché

Che lo stile alimentare rappresenti un fattore fondamentale per vivere a lungo è assodato. Ma …

One comment

  1. la giustizia faccia il suo dovere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *