Poliomielite: nuovi casi in Europa, non succedeva dal 2010

0

Ucraina: due bambini ucraini paralizzati dopo aver contratto la Poliomielite. La malattia non colpiva l’Europa dal 2010

L’OMS conferma due casi di Poliomielite in Ucraina. Due bambini, uno di quattro anni e uno di 10 mesi, sono paralizzati a causa della malattia che dal 2010 non faceva più parlare di se in Europa.

Nel suo comunicato, l’OMS spiega che la ricomparsa del Poliovirus in Ucraina è da imputarsi ad un tasso di immunizzazione molto basso nel paese.
Soltanto il 49% dei bambini ucraini sono stati vaccinati contro la Poliomielite. Le vaccinazioni sono calate dal 2008, principalmente a causa delle condizioni di povertà e di uno scetticismo collettivo della popolazione sul vaccino anti-polio.

Un portavoce UNICEF ha dichiarato che anche l’attuale conflitto ha aggravato la situazione. I programmi di vaccinazione antipolio sono incoraggiati nei paesi dove la malattia è ancora endemica: Pakistan, Afghanistan e Nigeria, principali acquirenti del vaccino.

La poliomielite è una malattia virale estremamente contagiosa, che si diffonde fra i bambini per via oro-fecale.
La poliomielite è stata una fra le malattie infantili più temute nel mondo dalla fine del 1800 fino alla metà del secolo 900, quando la diffusione del vaccino a ridotto drasticamente il numero annuo di contagi.

Loading...
SHARE