Pornhub vuole girare il primo film hard nello spazio

Amanti dei film a luci rosse spalancate le orecchie e sgranate gli occhi: Pornhub è alla ricerca di fondi per girare il primo film hard nello spazio. Sì, avete capito bene. Il sito per adulti tra i più in voga del momento, che vanta la bellezza di circa 16 miliardi di visite all’anno, vuole entrare nella storia e girare il primo film a luci rosse a gravità zero. Un’impresa titanica, che naturalmente richiede una grandissima quantità di denaro.

Testimonial d’eccezione per il primo film hard nello spazio

Pornhub ha calcolato che ci vogliono circa 3,4 milioni di dollari per girare il film, e deve aver fatto due conti: se 16 miliardi di persone visitano il sito nell’arco di un anno, non sarà impossibile arrivare a quella cifra se ogni utente fa una piccola offerta. Quindi Eva Lovia e Johnny Sins, i due attori hard che dovrebbero essere i protagonisti del film, stanno girando dei video per raccogliere i fondi necessari all’impresa. Intanto sarebbe già stato scelto il titolo del film, “Sexplorations”, un nome che è già tutto un programma. L’operazione di raccolta fondi su IndieGoGo si concluderà tra 60 giorni. Se verrà raggiunta la cifra necessaria, nel 2016 potranno anche iniziare le riprese del film.

Un modo per rilanciare i film hard?

L’impresa di Pornhub è a dir poco singolare. Ma perchè lanciarsi in un’operazione di marketing tanto folle quanto rischiosa? Forse l’obiettivo è quello di rilanciare i film hard, che negli ultimi anni hanno avuto una crisi a causa proprio della proliferazione di siti per adulti. Un tempo i vari Rocco Siffredi, Moana Pozzi e Cicciolina erano star nel loro genere conosciuti in tutto il mondo. Oggi il buon Rocco ha deciso di alzarsi le braghe e lanciarsi in programmi tv e reality show. Pornhub ritiene probabilmente che il genere dei film a luci rosse non è morto, semplicemente ha bisogno di una nuova scossa per risvegliare l’interesse del pubblico amante dell’hard. Ma la domanda sorge spontanea: non sarebbe il caso di investire questi soldi in maniera più proficua per chi ne ha realmente bisogno?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *