Precario non riesce a pagare il mutuo e s’impicca

Un 44enne precario di Jesi si è impiccato poiché non riusciva più a pagare il mutuo. È successo ieri sera in torno alle 19: l’uomo viveva con gli anziani genitori nella sua cittadina in provincia di Ancona. A fare la scoperta dell’estremo gesto, sono stati proprio il padre e la madre del 44enne, di ritorno dal supermarket presso il quale si erano recati a fare la spesa.

Appena rientrati in casi, i coniugi non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del figlio. Sul posto sono intervenuti i sanitari del pronto soccorso cittadini e i carabinieri, che hanno rinvenuto un biglietto manoscritto nel quale il suicida chiedeva scusa. Il lavoro saltuario non gli consentiva di pagare il mutuo della casa e sarebbe stato proprio questo a indurlo al suicidio.

Dopo aver praticato un foro sul tetto con il trapano, il 44enne precario jesino vi ha fatto passare dentro una corda e si è impiccato. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso e riconsegnare la salma ai familiari. Il 2015 continua ad essere un anno nero per suicidi causati dalla crisi.

loading...
loading...

1 Comment

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*