Home » Economia & Caste » Premi a pioggia ai dirigenti di Palazzo Chigi: per loro non esiste crisi

Premi a pioggia ai dirigenti di Palazzo Chigi: per loro non esiste crisi

renzi-premi-pioggiaAltro che #lasvoltabuona questa è una #svoltafinta: anche con Matteo Renzi ci saranno premi a pioggia ai dirigenti di Palazzo Chigi. Lo scrive oggi il ‘Messaggero’, secondo cui anche quest’anno i dirigenti dipendenti dalla Presidenza del Consiglio riceveranno premi a gogo e non legati al merito. L’esito sarà praticamente identico a quello del 2012 con il 99% dei dipendenti che portarono a casa il bonus che dovrebbe essere riservato solo ai meritevoli, oltre che legato all’andamento dell’economia.

L’idea di ancorare i premi (circa 5mila euro di media, che si sommano al già lauto stipendio annuale) al progresso del Prodotto interno lordo (Pil) non si farà, nonostante il provvedimento era presente nella riforma della pubblica amministrazione firmata dal ministro Marianna Madia. Il nuovo meccanismo è magicamente sparito, come conferma una circolare del segretario generale di Palazzo Chigi, Mauro Bonaretti.

I bonus non saranno legati al Pil, che li farebbe inevitabilmente diminuire, e nemmeno ai dati relativi ai consumatori e alle imprese dell’Istat. Insomma: l’Italia può anche andare a rotoli, ma i dirigenti di Palazzo Chigi manterranno immutati i loro bonus. I premi, dunque, resteranno legati per la valutazione per l’80% al giudizio sul lavoro “ordinario e istituzionale” del dirigente, mentre il 20% dipenderà dall’invio entro fine dicembre di una email con la quale il dirigente propone delle semplificazioni ai processi di Palazzo Chigi. “Io propongo questo” e scatterà il premio produzione.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”15436″]
Caricamento in corso ...

Altre Storie

Pepe a rischio salmonella: ritirato un lotto a rischio

Pepe nero con tracce di salmonella spp, il batterio responsabile della diffusione della salmonellosi: è questo …

One comment

  1. E bravo il giamburrasca da Fiorenza, ! La questione morale e l’Italia giusta dove le hai ficcate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *