Home » Break » ”Presto deve abortire”. Si accorge che la figlia 12enne è incinta e la porta all’ospedale. Ma lei è già al quarto mese e i medici non procedono all’interruzione della gravidanza. Ora si scopre l’agghiacciante verità

”Presto deve abortire”. Si accorge che la figlia 12enne è incinta e la porta all’ospedale. Ma lei è già al quarto mese e i medici non procedono all’interruzione della gravidanza. Ora si scopre l’agghiacciante verità

Nel 2016 si era presentata all’ospedale di Terni per una interruzione di gravidanza, ma erano già passati i tre mesi dal concepimento. Da lì però sono partite le indagini della squadra mobile della questura di Terni sul caso della 12enne straniera che si è scoperto essere stata vittima di una violenza. La piccola è giunta al nosocomio nei primi mesi del 2016, incinta di diverse settimane, insieme al genitore ritenuto dagli inquirenti completamente all’oscuro dell’orrore che si celava dietro quel fatto. Lì i sanitari, di fronte a una situazione già di per sé estrema, hanno voluto vederci chiaro. Il resto lo ha fatto la polizia di Stato che dopo aver raccolto numerose testimonianze e aver, con tutte le cautele del caso, vinto le resistenze della piccola, inizialmente terrorizzata e reticente, è riuscita ad individuare l’autore della violenza. Il tutto attraverso il supporto di medici e specialisti che hanno offerto elementi decisivi nel contesto dell’indagine coordinata dal pm Raffaele Iannella.

(Continua a leggere dopo la foto)

Anche la piccola abusata, così come il suo violentatore, è di nazionalità straniera e le violenze risalirebbero alla fine del 2015. La polizia è risalita al 31enne grazie agli accertamenti e alle testimonianze raccolte, avvalendosi anche della collaborazione del personale sanitario. Il Tribunale di Terni, in virtù di quanto disposto dall’ufficio del giudice per le indagini preliminari Federico Bona Galvagno e dal sostituto procuratore Raffaele Iannella, ha emesso l’ordinanza di carcerazione immediatamente eseguita dagli agenti.

(Continua a leggere dopo le foto)

In mezzo a questo orrore c’è il bambino: il piccolo è poi nato le scorse settimane all’ospedale di Terni, è sano ed è stato già affidato a una famiglia che potrà prendersi cura di lui. Il 31enne è stato invece arrestato a seguito dell’ordinanza emessa dal gip di Terni, Federico Bona Galvagno, e ora si trova in carcere.

Loading...

Altre Storie

Fine delle speranze, è stata trovata morta

E’ terminata con un epilogo drammatico la scomparsa di Iolanda Tampieri, la 65enne di Lugo di cui si erano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *