Home » Primo piano » Il punto G non esiste: i risultati di una ricerca italiana

Il punto G non esiste: i risultati di una ricerca italiana

punto-gIl punto G non esiste: l’ipotesi avanzata da diversi studi, pare confermata dalle università dell’Aquila e di Tor Vergata. Gli studiosi italiani, in una rassegna che ha coinvolto anche colleghi francesi e messicani, pubblicata sulla rivista ‘Nature Urology’, smentiscono l’esistenza di un particolare punto del corpo femminile nel quale ci sarebbe il fulcro del piacere, individuando un’area molto più ampia per il verificarsi dell’orgasmo.

La mappa ridisegnata dagli studiosi viene ribattezzata CUV (complesso clitoro-uretro-vaginale), che include tessuti, muscoli, ghiandole e utero. A sostegno della loro tesi, gli esperti affermano che le aree intime femminili non siano tessuti passivi ma strutture dinamiche e sensibili. Ecco perché, non lesinano una stoccata a ginecologi e chirurghi. “La vagina è un tessuto attivo e sessualmente importante che va rispettato”, afferma il professor Emmanuele A. Jannini.

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

One comment

  1. Poiché la mente gioca un ruolo fondamentale nell’orgasmo femminile ,ed in particolare a causa di inevitabile autosuggestione,la determinazione del punto G è incerta.Ciò inficia tutte le ricerche in merito
    ,pur con una metodologia rigorosa:Anche l’attrattiva dello specialista rilevante i punti G,non è indifferente.
    Insomma ci siamo capiti,cari se dicenti autorità in merito ?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *