Home » Economia & Caste » Rai: “Stipendi gonfiati per alcuni giornalisti del TG1”

Rai: “Stipendi gonfiati per alcuni giornalisti del TG1”

rai-tg1Ancora lettere anonime in Rai. Secondo quanto riporta ‘Corriere.it’, due missive anonime hanno raggiunto due mesi fa il presidente Anna Maria Tarantola e il direttore generale Luigi Gubitosi, mentre una terza è stata spedita alla Procura della Repubblica di Roma sotto forma di esposto. Secondo quanto si denuncia nelle lettere, alcuni redattori del TG1 avrebbero ricevuto pagamenti per turni notturni, per giornate festive o per orari straordinari in realtà mai svolti. Trattandosi di un’azienda pubblica, qualunque uscita anomala rappresenterebbe reato contro l’amministrazione pubblica.

A partire dalle lettere anomale, l’azienda di Viale Mazzini avrebeb avviato una serie di indagini interne che avrebbero rivelato delle anomalie, che non rappresenterebbero, però, cifre esose. La Rai fa sapere che non si possono al momento ipotizzare provvedimenti, né si renderanno noti i nomi dei giornalisti coinvolti. La cosa curiosa è che i giornalisti Rai non hanno l’obbligo di timbrare cartellini e gli orari di ingresso e uscita, o permessi e ferie sarebbero registrati su un foglio scritto a penna.

Loading...

Altre Storie

Richiamato lotto di porchetta di Ariccia Igp per rischio microbiologico

Ma negli ultimi giorni è nato l’allarme sul prodotto sottovuoto a marchio Fa.Lu.Cioli… Sul sito del …

One comment

  1. Sono stupito! Ritenevo che i giornalisti rai, essendo dei professionisti, retribuiti quindi ‘a prestazione’, non percepissero alcuna maggiorazione per straordinari o lavoro notturno o festivo.
    Visto il periodo di ‘vacche magre’ forse sarebbe il caso di rivedere queste ‘strane’ modalità di retribuzione.
    p.s. in trenta anni di attività da ‘professional’ la mia azienda non mi ha mai (correttamente!) retribuito prestazioni ‘ad orario’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *