Regione Sicilia paga sei moto d’acqua da soccorso mai usate

Sei moto d’acqua da pronto soccorso comprate dalla Regione Sicilia e finite nel nulla

La Regione Sicilia aveva comprato le sei moto d’acqua per il pronto soccorso al costo di 80 mila euro, ma ora a tre anni dall’acquisto le moto d’acqua sembrano proprio essersi volatilizzate.

L’inchiesta parte dalla deputata 5 Stelle Angel Foti, che vuole vederci chiaro nella strana faccenda.

L’acquisto delle moto d’acqua era stato disposto dalla SEUS ScpA, società le cui quote societarie sono detenute interamente da enti pubblici regionali, e realizzato con procedura in economia mediante cottimo fiduciario.

Le moto d’acqua presentate tre anni fa con tanta soddisfazione dall’allora assessore alla Sanità Russo, erano state destinate al lido ‘Le capannine’ e al lido ‘Peter Pan’ di Trapani.

Adesso però non si ha più notizia dei 6 mezzi di soccorso e la deputata chiede se non sia il caso di rendere noto in aula e ai cittadini quanto siano state efficienti in questi anni e soprattutto dove prestano servizio adesso.

Sempre che riescano a ritrovarle, ovviamente.

Agli 80 mila euro spesi nel 2012 e di cui non si conosce più il reale utilizzo vanno aggiunti i costi per la formazione dei 25 soccorritori muniti di patente nautica, che avrebbero dovuto guidare le suddette moto, ciascuno alla cifra di 400 euro.

loading...
loading...

2 Comments

  1. Due spiagge, TRE moto d-acqua ciascuna! Non sono mete turistiche rinomate, come Mondello per esempio.
    Poi ci sono i costi di formazione per 25 addetti…
    Spendi, spandi Effendi….

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*