Home » Politica & Feudalesimo » Renzi contestato a Ferrara con lancio di uova [Video]

Renzi contestato a Ferrara con lancio di uova [Video]

renzi-contestato-FerraraRenzi contestato a Ferrara: “Non mi tapperete la bocca”. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è stato duramente contestato oggi a Ferrara in occasione del festival di Internazionale. Appena salito sul palco in piazza Municipale, sono partiti cori contro il premier: “buffone”, “vattene via”, hanno urlato i contestatori molti dei quali mostravano cartelli con le scritte “No Ttip”.

All’indirizzo del palco, sono state lanciate anche delle uova e slogan contro l’abolizione dell’articolo 18. Curioso che una volta era il PD a difendere l’articolo 18 da Berlusconi, ora è il PD a volerlo abolire. Secondo alcuni giornali, i contestatori erano del Movimento 5 Stelle, ma c’erano anche comitati cittadini per la difesa dell’ambiente e contro la privatizzazione dell’acqua. Al lancio di uova, Renzi ha risposto così dal palco:

La prima cosa è il rispetto delle idee anche quando non la pensano come me. A chi non ha altri argomenti rispetto alle uova, noi continuiamo a rispondere con il sorriso e con la voglia di andare avanti nonostante i tentativi di tappare la bocca e di impedire un’iniziativa così bella come quella di Internazionale.

Fa specie che Renzi accusi gli altri di fascismo e di volergli tappare la bocca, quando siamo governati da gente che non ci fa votare da tre anni, quando egli stesso non è stato eletto da nessuno e quando domenica scorsa sono stati eletti i presidenti di provincia con elezioni di secondo livello, senza far partecipare i cittadini, insomma come avveniva nel ventennio o nelle peggiori dittature sudamericane.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”14815″] [jwplayer player=”1″ mediaid=”14816″]
Loading...

Altre Storie

La prof salva ragazzo 15enne in arresto cardiaco: ecco cosa è successo

Grazie a un massaggio cardiaco all’istante e al successivo intervento di una eliambulanza, il ragazzino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *