Renzi contestato su Facebook dai prof: “Non votiamo più PD”

Matteo Renzi duramente contestato su Facebook: non è la prima volta, ma in questo caso ad inondare la bacheca del presidente del Consiglio con commenti molto negativi, sono insegnanti e precari della scuola. Il tenore dei messaggi è questo: “Noi non voteremo più il Pd perché indignati dal ddl La Buona scuola”. Qualcuno si rivolge al premier con l’epiteto di ‘cazzaro’, altri gli chiedono di smetterla di strumentalizzare una frase che Grillo in realtà non ha mai pronunciato sulle mammografie.

“Il vero cancro siete voi politici asserviti alle lobbies”, scrive un altro insegnante commentando uno dei post pubblicati ieri da Matteo Renzi. Un vero e proprio bombardamento di commenti, che prende di mira principalmente il ddl “La Buona Scuola”. Molti si presentano come insegnanti ed ormai ex elettori del PD:

“Caro Matteo sei bravo in matematica? Allora inizia a contare quanti voti hai perso!” (Erica);

“Sono indignata sia come insegnante sia come madre preoccupata del futuro dei propri figli” (Teresita);

“Noi personale Ata non voteremo Pd, indignati dal ddl La buona scuola…tanto non siamo neanche menzionati!” (Elena).

Tra i commenti c’è ovviamente anche chi si schiera a favore del Premier, ma la maggioranza del popolo del Web sembra avere le idee chiare.

“Voterò Pd anche per la riforma della buona scuola, era ora!”. (Armando)

loading...
loading...

1 Comment

  1. una critica dura ma ancora rispettosa dato il colpo ricevuto dagli insegnanti.Credo che la parabola di Renzi purtroppo sia ormai discendente,irrevocabilmente discendente:alla sua potenza e velocità di sfondamento iniziale non doveva affiancare panzane.

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*