Home » Economia & Caste » Renzi e 600 mila euro di cene non pagate
cene

Renzi e 600 mila euro di cene non pagate

Quando Renzi era sindaco di Firenze non pagava le sue cene, proprio come faceva Marino, ormai ex sindaco di Roma

Le cene fastose di Renzi. Esce fuori a Firenze la verità di Lino Amantini, proprietario di un ristorante dietro palazzo Vecchio, che il premier frequentava abitualmente ai tempi in cui era sindaco della città e presidente della regione.

Renzi era solito tenere numerose feste e cene di lavoro al ristorante “Da Lino” dove invitava parecchi ospiti; gli scontrini ogni volta riportavano cifre esorbitanti: la fattura veniva mandata direttamente al comune.

Secondo quanto riporta il Fatto Quotidiano una singola cena organizzata dal premier al ristorante di Lino Amantini è costata 1,050 euro. Il proprietario non nega, ma dice di ricordare ben poco quei particolari momenti, che indubbiamente hanno fatto lievitare di molto gli incassi della sua azienda.

Le cene sono così tante che il caso è passato direttamente all’attenzione della Corte dei conti: si stima che in quattro anni Renzi abbia speso 600 mila euro in cene, senza contare i pasti di quando era sindaco, i cui scontrini sono al vaglio della magistratura.

Adesso Marino per aver speso 20 mila euro in due anni è nell’occhio del ciclone ed è stato allontanato da tutti e costretto a dimettersi.

Qui qualcosa davvero non va.

Loading...

Altre Storie

Legge 104, novità per familiari che assistono anziani e disabili

Sono in arrivo tante novità e benefici per chi vorrà avere accesso alla legge 104 …

One comment

  1. Correzione per la Redazione: Renzi fu presidente della Provincia di Firenze, MAI della Regione Toscana!
    Renzi ha applicato a Marino, un vecchio proverbio, ma sempre attuale:
    “Vedere la pagliuzza negli occhi degli altri, e non vedere la trave nei propri….”
    Peccato che siano SOLDI PUBBLICI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *