Home » Cronaca & Calamità » Renzi, legge di stabilità. Ecco cosa cambia
legge di stabilità

Renzi, legge di stabilità. Ecco cosa cambia

Renzi:”Non chiamiamola legge di stabilità. Chiamiamola legge di fiducia. Basta con il vittimismo”

La nuova legge di stabilità è stata varata alle ore 15:00 di giovedì e Matteo Renzi ne ha dato l’annuncio al motto di “L’Italia col segno +”.
Renzi chiede fiducia, in quanto il vittimismo italiano è un ostacolo alla crescita del paese. Per questo motivo, poiché occorre il tempo e l’aiuto di tutti per realizzare i propositi della legge, il premier l’ha chiamata “legge di fiducia.”

Non ci sono fregature“.
Ha dichiarato Matteo Renzi in conferenza stampa da palazzo Chigi.
“Ma ciò di cui vado fiero è che per la prima volta nella recente storia della Repubblica italiana le tasse vanno giù. Ma questo cambiamento non dipende da Bruxelles, dagli Usa o dalla Cina. Dipende soltanto da noi.”

E allora, prima di stappare lo spumante, leggiamo i punti cardine di questa legge di stabilità da 27 o 30 miliardi, a seconda della decisione di Bruxelles di lasciarci usare uno 0,2% in più nel piano profughi.
Renzi ha sintetizzato i punti salienti tramite Twitter, strumento comunicativo che il premier già in passato ha dimostrato di apprezzare particolarmente.

I punti della legge di stabilità

Renzi ha promesso un taglio dell’ Ires per il 2017 al 24%.
Per il sud l’imperativo è:
fondo garanzia per ILVA, 450 milioni per la terra dei fuochi, finanziamento per la Salerno Reggio Calabria.

Il punto forte della legge di stabilità: addio alla tassa sulla prima casa

Renzi promette agli italiani di abolire IMU-TASI sulla prima casa. Una misura straordinaria che si accompagnerà alle agevolazioni sulle case popolari.

Un’Italia orgogliosa dei propri cervelli e della propria cultura
Per questo motivo Matteo Renzi intende creare 1000 posti in più per i ricercatori, 500 posti nel settore della cultura e 500 cattedre speciali.
Verranno inoltre selezionati 500 professori fra i cervelli in fuga e i disoccupati in Italia.

Sanità, legge di stabilità

Un occhio di riguardo anche verso la sanità, spesso finita nell’occhio del ciclone per l’insufficienza di mezzi e personali nelle strutture ospedaliere.
Il premier rammenta che sono stati spesi 109 miliardi l’anno scorso. 110 sono investiti nel 2015 e 111 nel 2016 (n.b. in realtà se ne aspettavano 113).
“Più soldi, certamente, ma spendiamoli meglio!”

Canone Rai

Scopo della legge di stabilità è meno tasse ma limitare l’evasione. Un intervento straordinario verrà applicata alla tassa del canone RAI, corrispondente a 100 euro nel 2016 e 95 nel 2017, che verrà allegato alla bolletta della luce, a cadenza bimestrale. Il rischio di vedersi staccata la luce in caso di non adempimento al canone RAI è nullo, poiché saranno due tasse differenti, con la sola differenza che in questo modo sarà più difficile “evadere” dal canone.

Le piccole imprese

La legge di stabilità si propone di incentivare le assunzioni da parte delle piccole imprese. Gli sgravi per chi assume nuova forza lavoro dal 2016 al 2018 saranno del 40%. Gli investimenti delle aziende che acquistano nuovi macchinari utili alla propria attività potranno ammortizzare fino al 140%

Il giudizio di Bruxelles

La legge di stabilità dovrà ora essere vagliata dal parlamento di Bruxelles. Tutto è ancora in divenire, ma dall’UE giunge già un primo parere negativo ed è quello di Dombrovskis, che si è espresso sull’abolizione della tassa sulla prima casa:
“Dovremo discutere con il governo italiano per comprendere il motivo di certe scelte che non sono in linea con l’UE”

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *