Riceve una cartella esattoriale di equitalia da 100mila euro, lui si suicida e lascia moglie e figlio

Un ex imprenditore di 51 anni, attualmente senza lavoro, si è assassinato dopo aver ricevuto una scheda esattoriale da equitalia di 100.000 euro. L’uomo dopo pranzo si è gettato da un ponte di corso Europa, una delle strade principali di Genova. Il corpo è finito nel corso d’acqua sturla dopo un volo di diversi metri. L’uomo morto sul colpo. Il gesto è stato notato da alcuni passanti che hanno dato immediatamente l’allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118.

L’ex imprenditore aveva una moglie e un figlio di 15 anni. A ricostruire la brutta tragedia sono stati militari del gruppo di San Martino II cui cinquantunenne avrebbe accatastato il debito negli anni a causa delle complessità incontrate sul lavoro.

L’uomo avrebbe cercato di attraversare le complessità economiche chiudendo l’attività in crisi per aprirne alcune nuove. Purtroppo per lui gli affari non sono andati bene e l’ex imprenditore non sarebbe stato in grado di redimere i soldi per arrestare i debiti con l’ufficio esattoriale che invece sono lievitati. Al momento si indaga sulla vicenda: possibile si sia trattato di un incidente, non viene però esclusa l’eventualità di un suicidio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *