Home » Politica & Feudalesimo » Riforme: a Senato superato quorum 1/5 firme per referendum
Roma, 19 apr. (askanews) - Le opposizioni hanno raccolto 166 firme di deputati per la richiesta di referendum sulla legge di riforma costituzionale e già stamani le depositeranno in Cassazione. La legge prevede la necessità di raccogliere, alla Camera, il 20% delle firme dei parlamentari (126). Un'altra raccolta di firme a sostegno della richiesta di referendum è stata promossa al Senato. Adesso gli uffici della Camera stanno procedendo alla certificazione delle firme. Subito dopo il proponente Danilo Toninelli (M5s) e i delegati Stefano Quaranta (Si), Cristian Invernizzi (Lega) e Roberto Occhiuto (Forza Italia) andranno in Cassazione per depositare la richiesta.

Riforme: a Senato superato quorum 1/5 firme per referendum

Domani la maggioranza depositerà in Cassazione, a quanto si apprende, la richiesta di referendum sulla riforma costituzionale. Ben 166 firme solo allaCamera dei Deputati, al di sopra delle 126 necessarie per legge, pari ad un quinto della Camera. Il proponente del referendum, Danilo Toninelli (M5S), e i tre delegati, Invernizzi (Lega), Quaranta (Sel) e Occhiuto (FI) si sono recati al palazzaccio intorno alle 13. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. “Abbiamo preferito che le opposizioni presentassero la richiesta e poi faremo la nostra: per noi decidono i cittadini, il referendum è indispensabile”, sottolinea invece il capogruppo alla Camera Ettore Rosato sgombrando ogni dubbio sul fatto che, da parte di chi ha voluto il ddl Boschi, non ci sia alcuna richiesta di referendum.

Il Movimento Cinque Stelle ha annunciato oggi di aver consegnato alla Corte di Cassazione le firme di parlamentari necessarie a promuovere il referendum confermativo sulla riforma costituzionale approvata nei giorni scorsi. Con questa riforma, combinata con la riforma elettorale, si sta consegnando tutto il potere in capo a una persona. Bisogna ricordare che sarà un referendum confermativo, senza quorum.

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *