Rolling Stones, 70 anni a testa e non sentirli

Svelate alcune abitudini dei Rolling Stones in hotel: nulla è cambiato negli anni

Se le immagini dei Rolling Stones non campeggiassero in ogni angolo di globo, diremmo che la foto in questo articolo ritrae un gruppo di vecchietti in pellegrinaggio a Pietralcina. Si tratta in realtà di uno spaccato di storia della musica, perché sebbene i Rolling Stones oggi abbiano all’incirca 70 anni ciascuno, continuano ad essere un fenomeno musicale e mediatico di portata mondiale.
Eppure, nonostante il tempo passi anche per le divinità della musica, Mick Jagger e compagni in tour non rinunciano alle abitudini che avevano da giovincelli quando iniziarono ad esibirsi nei concerti in giro per il mondo.

Una fonte vicina ai Rolling Stones ha rivelato alcune delle richieste del gruppo in hotel. La prima, immancabile, è che il bar dell’albergo faccia orario non stop per la vendita di alcolici. I componenti del gruppo chiedono inoltre di oscurare le finestre delle camere in modo da poter festeggiare tutta la notte. Con chi? Boh, da soli o in compagnia, non è dato saperlo visto che per l’appunto le finestre restano oscurate.

Altre richieste sono le sigarette, in particolare le Marlboro Reds e Light. Porzioni di cibo anche fuori dai pasti, un massacro per la digestione di qualsiasi comune mortale, ma non per un membro dei Rolling Stones.

Maggiordomi extra e lavaggio in camera molto frequente: il disordine è componente comune a moltissimi artisti.

Insomma, a 70 anni suonati i Rolling Stones non sembrano avere richieste poi così diverse dai membri delle band più giovani. Con un’unica differenza: una guida dettagliata che spieghi come funzionino tutte le diavolerie tecnologiche presenti in camera.
L’elettronica progredisce in maniera inarrestabile e stare al passo è arduo anche se fai parte di uno dei gruppi che ha fatto la storia della musica.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*