Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

0

La donna, all’epoca dei fatti 36enne, avrebbe ricattato il fidanzato della figlia (14 anni lei, appena 18 lui) per ottenere rapporti sessuali. La brutta storia, accaduta nel tortonese, risale al 2008, ma la sentenza è arrivata solo ieri, dopo varie perizie e una lunga istruttoria. La donna è stata condannata dai giudici del Tribunale di Alessandria a 3 anni e 4 mesi di reclusione per violenza sessuale.

Un giorno, una donna di 36 anni scoprì la figlia tredicenne in intimità con il fidanzatino, un ragazzo di 18 anni. La donna (assistita dagli avvocati Quarone e Costa) ha sempre respinto le accuse del pubblico ministero Silvia Saracino tuttavia il tribunale alessandrino non le ha creduto ed ha deciso di condannarla.

Pesante l’accusa nei confronti della madre, che in primo grado è stata riconosciuta colpevole di avere insistito più volte per incontrare il giovane fidanzatino della figlia, che si sarebbe trovato in una situazione di sudditanza senza possibilità di ribellarsi. Anche il ragazzo, in passato, è stato indagato dalla procura dei minori di Torino per i rapporti sessuali con la 14enne, ma è stato prosciolto perché ritenuto incapace di comprendere la gravità dei propri gesti. I difensori hanno annunciato che presenteranno ricorso in appello.

Loading...
SHARE