Home » Cronaca & Calamità » Sallusti in galera, lo ha appena deciso la Cassazione: ed esplode la polemica
Alessandro Sallusti

Sallusti in galera, lo ha appena deciso la Cassazione: ed esplode la polemica

Alessandro Sallusti

Il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti va in galera. Lo ha appena stabilito ha corte di Cassazione. Il noto giornalista, fidanzato di Daniela Santanché (Pdl), è stato ritenuto colpevole di r diffamazione a mezzo stampa nei confronti del magistrato Giuseppe Cocilovo. Il ricorso del direttore è stato rigettato. Questa mattina il procuratore generale della Corte di Cassazione aveva chiesto invece uno sconto di pena. Ma lo sconto non c’è stato ed è stato confermato il verdetto d’appello.

Per il notista politico, dunque, si aprono subito le porte del carcere. Il giornalista, fra l’altro, è anche stato condannato al pagamento delle spese processuali, a risarcire la parte civile e a pagare 4.500 euro di spese per il giudizio espresso dalla Cassazione. Vi sarà, invece, un nuovo processo per il cronista Andrea Monticone imputato insieme a Sallusti. Proprio Monticone è l’autore dell’articolo incriminato. Risale al 2007 e in esso veniva diffamato il giudice  tutelare di Torino, Giuseppe Cocilovo. Lo stesso articolo era firmato da uno pseudonimo, Dreyfus.

Come si sa, la legge parla chiaro. Anche il direttore responsabile, in caso di testi diffamatori, paga per quanto scritto da un giornalista alle sue dipendenze, in quanto è al primo che spetta il compito di vigilare.

La decisione della Suprema Corte sta scatenando molte polemiche, anche sul web. Dove i navigatori sono divisi: c’è chi sostiene che “la legge deve essere uguale per tutti, compreso Sallusti” e chi afferma che “questa decisione mette in discussione la libertà di opinione, sancita dall’articolo 21 della Costituzione”.

A sorpresa, tra coloro che difendono il direttore del Giornale – che, ironia della sorte, nel 2007 guidava Libero – c’è anche il suo acerrimo nemico Marco Travaglio. Il giornalista del Fatto ha scritto in un editoriale che anche se il collega ha sbagliato, un giornalista in galera è precedente molto pericoloso e inquietante.

Loading...

Altre Storie

Cina shock: primo trapianto di testa su un cadavere, è russo il primo volontario vivente

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero ad effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Canavero metterà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *