Sfregio a Piazza Navona, uomo nudo fa tuffi nella fontana del Bernini

1

Assalto a Roma, indisturbati. Ubriachi dal mattino, c’è chi li ha visti ciondolare, cadere per terra in centro, continuare a bere fino a notte, quando tra versi e urla, alle 24,38 di domenica due giovani inglesi a Roma per la partita di rugby del Sei Nazioni tra Italia-Inghilter- ra, sono entrati nella fontana dei Quattro Fiumi a piazza Navona. Prima uno in mutande. Applauso. Venti minuti dopo un altro, nudo. Hanno nuotato sfacciati, mettendo in luce l’assoluta mancanza di un presidio nelle aree più belle della città. A denunciare l’accaduto con un video su Facebook la consigliera del I Municipio Nathalie Naim.

Brilli dal mattino, il pomeriggio il gruppetto ha continuato a bere, si è distinto a Monti, dove ha bissato nella notte, incredibile ma vero ieri mattina erano già col bicchiere in mano a S.Maria Maggiore. Il weekend di alcol-no stop è stato possibile anche perché nessuno ha ritenuto opportuno emanare un’ordinanza ad hoc, predisporre un servizio straordinario di sorveglianza. A ciò si aggiunge il fatto che la piazza a detta dei ristoratori e dei presenti fosse particolarmente sguarnita. I vigili, di turno dalle 18 alle 24, intorno alle 23,30 si muovono per tornare al deposito. In pratica quando inizia la movida. Quando sono passati i carabinieri, era tutto finito.

Solo le numerose telecamere hanno visto tutto. Ma non sono sorvegliate, nemmeno sembra esserci una collaborazione interforze. Il presidio fisso dei vigili sta solo a Fontana di Trevi e piazza della Rotonda, un’altra auto è a disposizione della centrale per le chiamate dei cittadini di fatto sempre impegnata sugli incidenti. Evidente che le forze dell’ordine siano “assorbite” dall’allarme attentati.Eppure un anno fa, a febbraio, la Barcaccia fu gravemente danneggiata dagli hooligans del Feyenoord nella guerriglia di piazza di Spagna. La lezione non è servita. Chi viene qui sa che resterà impunito, viene a far baldoria. Stupisce la presenza massiccia di controlli di giorno: ieri a piazza Navona c’erano vigili, la camionetta dell’Esercito che a sera va via, carabinieri, in jeep e moto. «A una certa ora, c’è il deserto – dice un cameriere – l’anno scorso ho visto tre farsi il bagno». Non si stupisce un negoziante: «Normale, quelli bevono, è già tanto che non l’hanno sfondata». I ristoratori di fronte alla fontana del Bernini hanno sentito le urla, sono usciti. «Erano due gruppi, tutti stra-ubriachi, già uno era caduto all’indietro dalla panchina, poi si erano sdraiati in piazza», racconta un “buttadentro”.

In un ristorante solo per bere, a un tavolino, hanno speso 800 euro, «meno male che non erano quelli del Feyenoord, ma donne, una è uscita dal bagno con la carta igienica in testa». Hanno cantato e bevuto.«Prima di buttarsi – racconta il direttore del locale più vicino alla fontana – ha infastidito un cliente, l’abbiamo cacciato. Era tutto nudo e non c’era traccia di pattuglie». Nessuna denuncia è arrivata alle forze dell’ordine ma tanto i due rischiano al massimo una sanzione amministrativa. «Bisogna prevenire – sottolinea Naim – In occasione di incontri sportivi, come è possibile non immaginare che accada qualcosa e non prevedere presidi, ordinanze anti alcol. Il territorio la notte è abbandonato». Ma c’è pure chi rimarca: «Non fa scandalo chi si butta nella fontana ma lo stato dello piazza: marciapiedi rotti, sporcizia, degrado».

Loading...
SHARE