Home » Politica & Feudalesimo » Sicilia, reddito minimo per i disoccupati: la nuova battaglia del Movimento 5 Stelle

Sicilia, reddito minimo per i disoccupati: la nuova battaglia del Movimento 5 Stelle

cancelleri giancarloBeppe Grillo lo va ripetendo da tempo nel suo tour elettorale. Un vero e proprio “tsunami” che sta travolgendo la penisola, nonostante il mainstream cerchi di ridimensionare il fenomeno. Il tema su cui il leader carismatico del Movimento 5 Stelle batte con costanza è quello del Reddito Minimo. Uno strumento che solo la Grecia e l’Italia non hanno. Non è un caso che i due paesi sono tra quelli messi peggio, dal punto di vista economico e sociale, in Europa.

Reddito Minimo significherebbe dare una mazzata tremenda al clientelismo, alla corruzione, nonché alla povertà e alle disuguaglianze. Proprio per queste ragioni i partiti tradizionali non hanno mai voluto approvare una legge di questo genere. Ma la prepotente entrata del Movimento 5 Stelle nella scena politica può essere la svolta. I 15 consiglieri eletti in Sicilia – ha spiegato il portavoce Giancarlo Cancelleri (nella foto) – si apprestano a presentare all’Ars una proposta di legge che introduca finalmente il “Reddito minimo di dignità”. Una somma erogata mensilmente e compresa tra i 400 e i 600 euro che andrebbe ai disoccupati e ai meno abbienti in genere.  La domanda, quando si parla di questo tema, è sempre la stessa: da dove prendere i soldi? Innanzitutto, spiegano gli attivisti, si troverebbero risorse mettendo un tetto di 4mila euro mensili alle pensioni d’oro. E che dire degli sprechi abnormi della Regione Sicilia a cui Crocetta non è riuscito a porre rimedio nonostante le buone intenzioni? E ancora: vogliamo parlare dell’inutile Ponte sullo Stretto di Messina che, oltre a essere un disastro per l’ambiente, costerebbe una decina di miliardi?

Insomma, se si vuole, i soldi si trovano. Il Reddito minimo non è un incentivo a non fare nulla ma, come spiega nel suo tour Grillo, è uno strumento che serve ad aiutare le persone in difficoltà e che accompagna nella ricerca di un nuovo lavoro. Oltretutto, è un mezzo per depotenziare il clientelismo e la microcriminalità, mali ancestrali dell’Isola.

Loading...

Altre Storie

La prof salva ragazzo 15enne in arresto cardiaco: ecco cosa è successo

Grazie a un massaggio cardiaco all’istante e al successivo intervento di una eliambulanza, il ragazzino …

7 comments

  1. Nessuno deve rimanere indietro!! Solo Beppe è capace di questi slanci,i politici non hanno nel DNA la solidarietà.La politica è per loro un mezzo per arricchirsi!

    • quello che dice a parole e bello e la gente abbocca ma grillo dice che si sono calati lo stipendio in 16 persone circa 8000euro ma chi volete prendere per i fondelli

  2. Certo che la battaglia del m5s sarà dura ma tutti attendono il risultato che sarà un ulteriore esempio per gli italiani.
    Vivo in Lombardia non sono assolutamente della lega e mai neppure ci ho pensato.
    Ho sempre considerato l’Italia UNITA e quindi anche la Sicilia é parte integrante dell’Italia, una, indivisibile, nazione.
    Sono contenta che in Sicilia il m5s sia la prima forza. Sò che vi attende un duro impegno ma e mi ripeto, il vostro esempio sarà da sprone anche per il resto dell’Italia.
    Voi ce la farete e quindi tutta l’Italia ce la farà.

  3. Sarebbe una manovra grandiosa che indurrebbe la popolazione a non suicidarsi o a rubare!! È beppe!!

  4. ma dove prende i soldi

  5. io non volevo andare a votare,ma x protesta ci vado e voto grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *