Sigaretta elettronica esplode, ragazzo rimane in coma

Evan Spahlinger è stato trovato riverso sul pavimento con la parte superiore del suo corpo ricoperta di fuliggine dopo che la sigaretta elettronica che stava fumando è esplosa.
Il ventunenne è stato scoperto con ustioni sul viso e sul collo.

E’ stata la sorella della vittima, Ema, ad aver trovato il giovane dopo essere stata allertata dal rumore dell’esplosione.

Così ha riferito la donna:
“Ero a letto insieme a mio figlio di due anni, e ho sentito un’esplosione. Poi ho iniziato ad avvertire odore di fumo e fuoco.
Il suo volto e la parte superiore del suo corpo erano coperti di fuliggine, e la sigaretta elettronica che stava fumando era scoppiata.
Mio fratello non respirava e aveva il viso e il collo bruciato”

Evan Spahlinger è stato condotto in ospedale dove gli sono state trovate ustioni interne ed esterne, con danni ai polmoni.
sigaretta elettronica
E’ stato portato prima al NCH Downtown Napoli Hospital e successivamente trasferito presso un’altra struttura di Miami, così la CBS ha riferito.

Gli investigatori hanno dichiarato che l’esplosione potrebbe essere stata causata dalla batteria al litio della e-cig.

L’incidente è avvenuto pochi giorni dopo una sigaretta elettronica ha causato allarme e agitazione su un aereo, dopo aver preso fuoco nel bagaglio a mano di un passeggeri.
I passeggeri terrorizzati hanno cominciato a urlare quando il Boeing 737 della Malindo Air ha iniziato a riempirsi di fumo.
Il giovane è attualmente in stato di coma.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*