Home » Primo piano » Siracusa shock: Anziano aggredito e dato alle fiamme nella sua casa

Siracusa shock: Anziano aggredito e dato alle fiamme nella sua casa

Sarebbe stato un gruppo di giovani ad aggredirlo e a ridurlo in fin di vita. Lo si è appreso dagli inquirenti. Ma il giorno successivo, poco prima della mezzanotte, tre persone incappucciate sono entrate nuovamente nell’appartamento, gettando liquido infiammabile sul petto e sull’orecchio dell’anziano, che se l’era cavata con lievi ustioni. Sul caso indaga la polizia, che, oltre a raccogliere le testimonianze dei vicini, avrebbe già acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza di un distributore della zona, dove alcuni ragazzi avrebbero riempito una tanica di carburante. Dopo due giorni, vista la gravità delle condizioni di salute, è stato trasferito dall’ospedale ‘Umberto I’ di Siracusa al ‘Cannizzaro’ di Catania, dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. “Preso in giro per quel suo aspetto un po’ bonario” racconta Pippo Cugno, professore di matematica in pensione amico di Scarso e che abita a poca distanza da lui. “Un episodio tra criminalità e bullismo di quartiere“. Solo che stavolta l’episodio, avvenuto proprio in casa, è stato piuttosto grave, l’uomo è stato prima picchiato e poi usato come miccia umana.

L’anziano, assieme al fratello, si era recato giovedì 29 settembre nella caserma dei militari, il giorno successivo alla visita degli aggressori che avrebbero tentato di entrare nella sua abitazione al ronco II di via Servi di Maria, ora sotto sequestro. “Siamo fiduciosi. Grazie all’utilizzo dei diversi sistemi tecnologici, contiamo di avere qualche novità nelle prossime ore”.

Al momento il provero anziano è ricoverato in condizioni serissime all’ospedale Cannizzaro di Catania con ustioni gravissime in diverse parti del corpo e con il passare delle ore non si evidenziano condizioni di miglioramento.

Choc in Sicilia dove un gruppo di balordi haaggredito e poi dato alle fiamme un uomo di 80 anni di Siracusa dopo un’irruzione nella sua abitazione di via Servi di Maria. Gli investigatori stanno cercando di raccogliere le testimonianze tramite l’acquisizione delle immagini delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza della zona. La vittima è in fin di vita all’ospedale Cannizzaro di Catania, mentre sono ricercati i responsabili dell’aggressione che è avvenuta nei giorni scorsi nell’abitazione del pensionato, nella zona alta di Siracusa. La notizia giunge ad una precisa settimana di distanza al preciso scopo di non intralciare le operazioni della Squadra Mobile intenta a non creare sospetti fra i giovani che hanno agito senza motivazioni se non per provare malsano divertimento con violenza gratuita che evidenzia un forte disagio giovanile, una mancanza assoluta di valori e con palesi segni di patologie legate a disturbi comportamentali. Gli autori erano sempre gli stessi. Non sono ancora chiare le cause che hanno scatenato la furia del branco.

Loading...

Altre Storie

Provola ritirata dal mercato per contaminazione da listeria: il lotto richiamato

Il ministero della salute ha richiamato la provola a pasta filata da latte di mucca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *