Home » Politica & Feudalesimo » Sondaggio SWG: M5S già al 30%

Sondaggio SWG: M5S già al 30%

movimento 5 stelleNell’arco di otto anni (dal 2005 ad oggi) la fiducia degli italiani nel sistema politico italiano è crollato ai minimi termini. Quella nei confronti dei partiti è crollata dal 20 al 5%, perdendo ben 6 punti solo nell’ultimo anno. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre. Rispetto al 2005, crolla anche la fiducia verso il Parlamento, che passa dal 27 al 9% del 2012. Dallo scorso anno a quello in corso, però, le Camere riescono a recuperare 5 punti attestandosi al 14 per cento.

La corsa alla presidenza del Senato è un testa a testa tra Pd e Movimento 5 Stelle. Secondo un sondaggio realizzato dall’Istituto diretto da Roberto Weber in esclusiva per Agorà, su Rai Tre, infatti, per il 26% degli italiani il prossimo presidente del Senato dovrebbe essere del Pd. Un solo punto in più rispetto al movimento di Beppe Grillo, al 25 percento. D’altra parte  Il 18% degli intervistati affiderebbe l’incarico al Pdl, mentre per il 7% a guidare Palazzo Madama dovrebbe essere un candidato di Scelta civica con Monti.

A Montecitorio invece per il 39% degli italiani, il prossimo presidente della Camera dovrebbe essere del Movimento 5 Stelle. Il 23% degli intervistati affiderebbe l’incarico ad un candidato del Pd, mentre il 12% auspicherebbe che fosse eletto uno del Pdl. Infine, il 4% degli italiani sceglierebbe un rappresentante di Scelta civica con Monti.

Ma i dati più importanti del sondaggio di Swg riguardano le intenzioni di voto a circa 20 giorni dal voto delle elezioni politiche. Se si votasse oggi, il Movimento 5 Stelle guadagnerebbe 4,5 punti rispetto alle elezioni del 24-25 febbraio, raggiungendo il 30% dei consensi. Il Pd perderebbe ancora terreno scendendo al 25,1% (-0,3%), mentre il Pdl crescerebbe di quasi due punti (+1,8%) attestandosi al 23,3%. Stabile invece il movimento di Scelta civica con Monti, all’8,3%, mentre sarebbe minima la variazione della Lega Nord (-0,2%), che scenderebbe al 3,8%.

In poche parole da questi dati emerge la crescita esponenziale del Movimento Cinque Stelle che ad oggi sarebbe non solo il primo partito alla Camera ma anche la Prima “Coalizione” con la possibilità di accaparrarsi il premio di maggioranza a Montecitorio (340 seggi).

Loading...

Altre Storie

Cina shock: primo trapianto di testa su un cadavere, è russo il primo volontario vivente

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero ad effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Canavero metterà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *