Sony presenta a New York Playstation 4 Pro e la nuova PlayStation 4 slim

0

Lo scorso 7 settembre Sony ha presentato New York e le sue due nuove console per giocare ai videogiochi. Stiamo parlando della Playstation 4 pro e della PlayStation 4 slim, due consolle di cui si parlava già da diverse settimane e si pensava che sarebbe stata chiamata Playstation 4 neo. Nel corso della presentazione avvenuta lo scorso 7 settembre a New York canzoni annunciato che le nuove console arriveranno nei negozi il prossimo 10 novembre ad un prezzo speciale di circa €400. Andando nello specifico possiamo dire che la Playstation 4 slim altro non è che una Playstation 4 più sottile ma anche molto più efficiente; gli esperti hanno annunciato la riduzione del volume di almeno il 30% ed anche il peso del 16% ed il consumo energetico del 28%.

Forme più arrotondate, più morbide al tatto sono sostanzialmente le principali novità che dovrebbero caratterizzare la nuova consolle slim che come abbiamo anticipato non è altro che la forma ridotta della Playstation 4; nei scorsi giorni sono circolati sul web delle foto non ufficiali, le quali mostravano anche la console in un colore un po’ particolare mai utilizzato prima per la produzione di altre console,una tonalità di nero.

Per quanto riguarda, invece, l’altra console ovvero la Playstation 4 questa si pone come il modello più potente delle console Sony, svelata nel corso dell’estate, e stando alle notizie ufficiali conterrà al proprio interno delle funzioni importanti come quelle relative alla visione in playback dei video 4K grazie alla nuova GPU Polaris che ha un decoder video di ultima generazione. A tal riguardo la funzione di cattura del gameplay sarà potenziata rispetto al modello attuale. Nonostante si tratti di una versione potenziata della playstation tradizionale la 4PRO non includerà all’ interno del suo hardware il supporto ad un lettore blu ray 4K e tale decisione è stata motivata dalla stessa Sony attraverso una nota diffusa nella giornata di ieri.

A parlarne è stato Andrew House ovvero il presidente e Ceo globale di Sony Interactive Entertainment il quale ha dichiarato: “Pensiamo che, mentre il mercato retail stia continuando ad essere parte integrante dell’industria videoludica; al contrario avvertiamo che un numero sempre maggiore di utenti interessati ad altri servizi da noi offerti, si stanno rivolgendo al mercato digitale e, in questo caso, al video streaming. Essendo PS4 Pro una piattaforma essenzialmente dedicata ai giocatori, abbiamo posto maggiore enfasi nel settore dei videogame“.Per quanto riguarda i giochi, stando alle informazioni emerse dalla presentazione delle consolle, quelli per PS4 andranno su PS4 pro e viceversa; gli esperti hanno anche annunciato l’uscita di alcuni giochi pensati apposta per sfruttare a pieno alle 9:00 caratteristiche della PS4 pro come ad esempio Call of Duty Infinity Warfare, FIFA 17, rise of the Tomb Raider, Horizon: Zero Dawn e Mass Effect: Andromeda.

Se il mondo delle console di gioco è morto, bisogna ammettere che il lutto viene nascosto molto bene. A fronte della profezia nata con l’esplosione del gaming sui social ma soprattutto su mobile, le tre sorelle sembrano tutt’altro che rassegnate a darsi per vinte. In ordine temporale inverso, a ottobre del 2017 Microsoft — che in agosto aveva fatto esordire la One S — ha in serbo un colosso di potenza come la Xbox Project Scorpio. Il prossimo marzo Nintendo solleverà il velo sulla più che attesa Nx. E Sony l’altro ieri, a New York, ha presentato non una ma due nuove versioni della campionessa di vendite Playstation 4, capace nel più breve tempo registrato nella storia delle console di raggiungere i 43 milioni di pezzi venduti. Nello stesso giorno in cui il ceo di Apple, Tim Cook, chiedeva aiuto a Shigeru Miyamoto, il papà di Mario — l’app di Nintendo Su- permario Run arriverà prima su iOS — per lanciare iPhone 7 in un periodo in cui il tasso di vendita dei Melafonini tende al ribasso, Andrew House, ceo di Sony Interactive Entertainment, metteva sul piatto del ricco mercato dei videogiochi la nuova Ps4, più sottile e leggera, e la Playstation 4 Pro, versione più potente di quella base, destinata a cambiare il paradigma commerciale delle console di gioco.
Non una resa, dunque, anzi un rilancio. Perché, per dirla
in soldoni, la fetta del mondo console di un mercato da più di 90 miliardi di dollari è del 30% contro il 27 degli smartphone. È vero che nei prossimi anni le parti saranno invertite, con le console destinate a perdere il 3-4% del mercato, ma a fronte di una crescita globale del comparto di oltre il 6% anno su anno. Una bella fetta, dunque, di un’ottima torta.
Se gli smartphone tendono sempre più ad assomigliare a console, per potenza e per scelta di marketing, le macchine da gioco con la nuova strategia di Sony si avvicinano al modello di business dei telefoni. La prossima settimana, il 15 settembre, uscirà la nuova versione di Playstation 4 a 299 euro, due mesi dopo — a 100 euro in più — sarà la volta della versione Pro della stessa console. Cioè per la prima volta la proposta ai gamer non cambierà con una nuova generazione di macchine ma con una versione potenziata della stessa architettura. «Non si può forse parlare di un nuovo paradigma per le console, perché di fatto è la prima sperimentazione di un nuovo corso per tutto il comparto — ha spiegato Andrew House al Corriere della Sera —. Ma erano prima di tutto le softwarehouse a chiedercelo: la scorsa generazione di console (Ps3, Xbox 360 e Wii, ndr) era durata troppo a lungo, mentre chi crea giochi è ovviamente interessato al fatto di poter contare sulle ultime tecnologie disponibili per sviluppare le proprie storie interattive».
Rilanciando con la Pro la stessa Ps4 con il doppio di potenza e la predisposizione al 4K e all’Hdr, Sony di fatto ha rimandato l’obsolescenza delle proprie macchine, da sempre trappola inevitabile per prodotti che stanno sul mercato anche oltre 5 anni. Ma così, sia i consumatori nella scelta, sia gli sviluppatori nella creazione dei contenuti, dovranno tenere conto di due macchine simili ma non uguali. Come ribadito durante il Playstation Meeting, i giochi rimarranno sempre gli stessi, cambierà la qualità con cui verranno giocati: a 4K per chi possiede una televisione adeguata, con più dettagli e un migliore frame rate per tutti gli altri.
«Siamo sempre molto attenti ai nostri clienti e non vogliamo assolutamente creare una sorta di divisione, o peggio ancora vantaggi, tra chi ha una Ps4 base e chi ha una Pro — interviene House —. Le nuove tecnologie del 4K e Hdr riguardano solo la grafica, cioè il rendere i giochi più belli e realistici di quanto non lo siano già stati finora. È un avanzamento che non potevamo, né volevamo, più ignorare».
La nuova console arriverà pochi giorni dopo il lancio di
Playstation Vr, il visore e quan- t’altro per portare la realtà virtuale nell’ecosistema Sony. E la potenza in più della Pro cascherà a fagiolo per recapitare nelle case la forma di intrattenimento rappresentata dai mondi virtuali. Che insieme appunto al 4K rappresentano le nuove frontiere nel gaming
sia su console sia su pc. Se dunque i giochi, ossia i contenuti, tendono a diventare multipiattaforma, le piattaforme si specializzano sempre di più per offrirci modi diversi per giocare tra cui scegliere.

Loading...
SHARE