Home » Primo piano » Spacciavano droga su Facebook e WhatsApp: 8 arresti, 61 indagati

Spacciavano droga su Facebook e WhatsApp: 8 arresti, 61 indagati

La polizia di Monza ha arrestato 8 ragazzi rei di aver spacciato droga tramite Facebook e WhatsApp. Si tratta solo di una parte di una vasta operazione per la quale sono indagate in totale 61 persone, di cui molti giovani e giovanissimi. Cinque di loro, sono stati sottoposti all’obbligo di dimora: le indagini hanno portato alla luce un metodo consolidato per l’acquisto e la vendita di marijuana, hashish, cocaina e droghe sintetiche tramite l’utilizzo di emoticon particolari in chat.

Tutto è partito dal malore accusato circa un anno fa da una ragazza. Avviate le indagini, gli investigatori del commissariato di Monza sono risaliti al linguaggio in codice utilizzato tra giovani spacciatori e acquirenti: il quadrifoglio rappresentava ad esempio una dose di marijuana, mentre altri messaggi tipo “andiamo a bere” significava acquistare Ketamina liquida, o ancora “10 libri di scienze” stava per “10 grammi di marijuana”.

L’operazione ha visto la collaborazione della Questura di Milano, del Reparto prevenzione crimine Lombardia e di agenti di Verbania, Bergamo, Desenzano del Garda e Lecco. L’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Monza ha portato a 8 arresti e 5 obblighi di dimora, oltre ad una cinquantina di perquisizioni. Sette degli otto arrestati sono stati colti in flagranza di reato con un’ingente quantità di droga presso le rispettive abitazioni al momento della perquisizione. Scoperta anche una coltivazione casalinga di marijuana. Secondo quanto riferiscono fonti giornalistiche, molti dei giovani coinvolti appartenevano a famiglie senza alcun problema economico.

Loading...

Altre Storie

Batterio Killer pseudomonas aeruginosa nell’acqua minerale: I lotti e marca ritirati dal mercato

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di otto lotti di acqua minerale prodotta da Fonte Cutolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *