Home » Politica & Feudalesimo » Spese pazze alla Regione Sicilia: indagato anche il nuovo renziano Faraone

Spese pazze alla Regione Sicilia: indagato anche il nuovo renziano Faraone

davide_faraone_sky-tg-24Spese pazze alla Regione Sicilia, tra gli indagati c’è anche il “nuovo che avanza”, il renziano Davide Faraone, responsabile del welfare della segreteria del PD. Gli avvisi di garanzia, inviati dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci, ed i sostituti Maurizio Agnello e Luca Battinieri, sono partiti in seguito alla ricezione dei faldoni delle Fiamme Gialle. Ben 83 deputati siciliani (su 90) sono indagati per peculato, ossia l’uso di soldi pubblici per scopi personali. Secondo quanto calcolato dalla Guardia Di Finanza, il danno per l’erario è stato di ben 10 milioni di euro.

Tra gli indagati ci sono gli ex presidenti dell’ Ars e della Regione, Francesco Cascio (centrodestra) e Raffaele Lombardo (Mpa), e tutti gli ex capigruppo: Innocenzo Leontini, Rudy Maira, Cataldo Fiorenza, Giulia Adamo, Nunzio Cappadona, Antonello Cracolici, Francesco Musotto, Nicola Leanza, Nicola D’Agostino, Giambattista Bufardeci, Marianna Caronia, Paolo Ruggirello, Livio Marrocco. Tra i deputati indagato anche Davide Faraone, oggi alla Camera dei Deputati e assurto alle cronache nelle scorse settimane per una serie di frequentazioni denunciate dal Movimento 5 Stelle.

Secondo quanto scoperto dalle Fiamme Gialle, tra le spese effettuate dai deputati siciliani con i soldi dei cittadini, ci sono anche prodotti di Louis Vitton, costosi profumi, soggiorni in alberghi a 5 stelle e perfino le mance dati ai baristi. Parte dei fondi dei gruppi parlamentari, inoltre, venivano elargiti in nero ai portaborse.

Così Riccardo Nuti (M5S) denunciava in Parlamento Davide Faraone qualche mese fa, molto prima che venisse indagato:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”10786″]

Foto: Sky TG 24

 

Loading...

Altre Storie

Streaming Gratis Juventus – Fiorentina Rojadirecta

La partita Juventus – Fiorentina   inizierà alle 20:45 allo Stadium di Torino, è l’anticipo della terza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *