Surfisti folli cercano di domare le onde più alte del mondo

0

Per un surfista che ama vivere in cima alle onde, percependo il brivido più intenso,, non esiste nulla di più attraente di una tempesta, soprattutto quando si scatena nell’oceano. Per questo tipo di surfisti una tempesta non è altro che un’occasione in più (una ghiotta occasione) per mostrare quanto sanno fare di più spericolato e incosciente. Le loro folli gesta raccolgono spettatori da tutte le parti del mondo, che vogliono condividere con essi l’esperienza di cavalcare un muro d’acqua che può inghiottirti da un momento all’altro.

Le foto sono state scattate lungo la spiaggia di di Praia do Norte a Nazare, in Portogallo, mettono ben in evidenza fin dove l’uomo può spingersi grazie alla sua forza di volontà. Lì è dove i surfisti più spericolati del globo si sono raccolti ieri, come ogni anno, per cercare di cavalcare le onde di una delle tempeste più terribili di cui l’oceano Atlantico possa dare spettacolo. Le onde difronte alla riva di Praia do Norte si innalzavano ieri per 15 metri ed anche più; esse si formano con cadenza annuale, quando un canyon sottomarino lungo 125 miglia e profondo fino a tre miglia viene attraversato dalle forti correnti atlantiche.

Poi le onde si alzano creano questo spettacolo a dir poco impressionante, che risuona come un richiamo irresistibile per i surfisti più temerari.
Infatti la tempesta di Praya do Norte – o il pointbreak di Praya do Norte a voler utilizzare i termini tecnici- è ormai diventato una sorta di santuario per i surfisti. Fu proprio in quel tratto d’oceano che il surfista americano Garrett McNamara ha stabilito il record mondiale tre anni fa, cavalcando con la sua tavola un’onda dall’altezza pazzesca di circa 45 m.
record-surf

Loading...
SHARE